Tennis, Break Point come Final Destination: ne rimarrà solo uno

Break Point, le coincidenze continuano ad accavallarsi e ad “inquietare” il popolo dei social: ne sono caduti altri due.

A questo punto non si tratta tanto di giocare, quanto piuttosto di sopravvivere. Perché il difficile, visto come stanno andando le cose, è proprio questo: dribblare la maledizione che è scesa sull’Australian Open.

Tennis, Break Point come Final Destination: ne rimarrà solo uno
©️LaPresse

Vi abbiamo parlato proprio ieri di quelle strane coincidenze nella terra dei canguri. Talmente strane che gli utenti social hanno coniato un hashtag per l’occasione e stanno twittando a tutta forza da ore e ore, increduli che stia succedendo per davvero. E il fatto è che nel giro di ventiquattro ore appena la situazione è ulteriormente “peggiorata”, confermando un trend abbastanza “inquietante”, se così lo si può definire. Che costa sta accadendo – questo è ciò che si chiedono tutti – ai tennisti che sono protagonisti della docuserie di Netflix dedicata al tennis, Break Point?

Ad allarmare il popolo dei social erano già stati i primi tre ko comunicati alla vigilia dello Slam australiano. Nick Kyrgios, Ajla Tomljanovic e Paula Badosa, che compaiono guarda caso in tre diversi episodi della serie, hanno dovuto dare forfait al primo appuntamento dell’anno per infortunio. Ma non sapevano, i tennissofili che popolano il web, che quella era solo la punta dell’iceberg. Che ne sarebbero successe, da quel momento in poi, di tutti i colori.

Break Point, ne sono caduti altri due: la maledizione colpisce ancora

Chi ha visto Break Point sa benissimo che il protagonista del secondo episodio è Matteo Berrettini. Ecco, la maledizione di Netflix sembrerebbe essersi abbattuta anche su di lui, considerando che il martello romano è uscito al primo turno contro un formidabile Andy Murray.

Tennis, Break Point come Final Destination: ne rimarrà solo uno
Taylor Fritz alla premiere di Break Point (Instagram)

Ma la catena di coincidenze non si spezza qui. Nella notte italiana, quando in Australia campi e tribune erano in gran fermento, è successo dell’altro. Altri due campioni, che come i precedenti sono stati seguiti durante la scorsa stagione dalla troupe di Netflix, hanno visto interrompersi bruscamente il proprio cammino alla volta della coppa dell’Australian Open. E non si tratta di due tennisti qualunque, ma di due atleti che mai ci saremmo aspettati uscissero tanto presto.

E invece, alla lunga lista di giocatori messi ko da questa chiacchieratissima e presunta maledizione ci sarebbero anche loro, Casper Ruud e Taylor Fritz. Il primo è protagonista della quinta puntata di Break Point, incentrata sul Roland Garros e sulla sua epica sfida in finale contro Rafael Nadal. Il secondo compare invece nella terza, che ha narrato la sua incredibile cavalcata a Indian Wells. Ha fatto la stessa fine anche Ons Jabeur, fuori dallo Slam come tutti gli altri della serie. Uno dopo l’altro, insomma, come in Final Destination, i protagonisti della serie stanno “cadendo”. Sono solo in quattro, al momento, ad essersi salvati, ossia Felix Auger-Aliassime, Maria Sakkari e Thanasi Kokkinakis. Ma, fossimo in loro, non dormiremmo sonni troppi tranquilli…