Point Break, altro che Break Point: Netflix, si sono rotti tutti

Break Point, sui social non si parla d’altro che di queste incredibili coincidenze: dopo la serie su Netflix si sono rotti tutti.

Il popolo dei social ha addirittura coniato un hashtag. Così, chiunque voglia dire la sua in proposito, può farlo twittando al suon di #NetflixCurse. E se vi state chiedendo cosa indichi questa chiave, beh, pazientate un po’: dobbiamo prima riavvolgere il nastro, perché possiate capirlo.

Point Break, altro che Break Point: Netflix, si sono rotti tutti
ilveggente.it

I tennissofili di tutto il mondo hanno ingannato l’attesa dell’Australian Open godendosi i primi cinque episodi della docuserie dedicata al tour. Break Point non ha convinto tutti indistintamente, ma resta il fatto che la troupe di Netflix sia riuscita ad offrire al pubblico dei contenuti inediti e, in alcuni casi, anche molto interessanti. I dietro le quinte dei tornei e del primo Slam dell’anno ci hanno permesso di scavare un po’ meglio nell’animo dei giocatori che ne sono protagonisti, consentendoci così di conoscerli in maniera più approfondita.

Sono in tanti, tuttavia, a pensare che la piattaforma streaming abbia gettato una sorta di maledizione sui tennisti che ne sono protagonisti. Il “curse” dell’hashtag significa proprio questo, maledizione, e analizzando i fatti si ha come l’impressione che certe coincidenze siano fin troppo incredibili, per essere vere.

Break Point, dopo la serie Netflix sono tutti ko

Partiamo col dire che il primo episodio ruota attorno alla figura dell’indomabile Nick Kyrgios e che il secondo entra a gamba tesa, invece, nel privato di Ajla Tomljanovic e di Matteo Berrettini.

Il caso ha voluto che l’australiano e l’ex nativa di Zagabria, che sono stati fidanzati anni or sono, abbiano dato forfait allo Slam perché infortunati. E che il tennista azzurro, invece, al termine di un match epico durato oltre quattro ore, sia uscito al primo turno per mano di un irrefrenabile Andy Murray. Un epilogo completamente diverso sia per Kyrgios e Tomljanovic che, soprattutto, per Berrettini, che lo scorso anno si era spinto fino alla semifinale, salvo poi cedere sotto i colpi di Rafael Nadal.

Ma non è finita qui. Tra le protagoniste di Break Point c’è anche Paula Badosa, che come i due ex fidanzati ha rinunciato all’Australian Open a causa di un infortunio. Ecco spiegato, dunque, perché queste coincidenze abbiano dato nell’occhio e perché si sia addirittura arrivati a parlare di maledizione Netflix. Farebbero meglio a stare in guardia, a questo punto, tutti gli altri tennisti che compaiono nella serie: in fin dei conti, non si sa mai…