DAZN, una minaccia di Serie A: “Risoluzione del contratto”

DAZN, dopo i problemi e dopo quella che è stata la presa di posizione del Governo, arriva anche una minaccia di Serie A: “Risoluzione del contratto”

I disservizi, questa volta, hanno lasciato il segno. Anche perché si trattava della prima partita di Serie A dopo diverso tempo di stop per il Mondiale. E tutti avevano fame del massimo campionato italiano. E non solo, visto che si parlava anche del big match tra Inter e Napoli. Ed è stata probabilmente questa la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

DAZN, una minaccia di Serie A: "Risoluzione del contratto"
DAZN ©️LaPresse

Facciamo comunque un poco di ordine. Lo scorso 4 gennaio, alla ripresa del massimo campionato italiano, molti utenti di DAZN, la piattaforma di streaming che anche per la prossima stagione ha i diritti esclusivi della Serie A, ha avuto dei problemi: i primi 16 minuti di gioco praticamente non si sono visti e le polemiche sono immediatamente scoppiate sui social. Polemiche così forti che hanno anche costretto il Governo ad intervenire ed è stata notizia di ieri che il rimborso partirà in automatico per tutte quelle persone che hanno avuto dei problemi a vedere la partita. Insomma, anno nuovo, problemi vecchi. Ma questo potrebbe essere solamente il male minore. Infatti, la notizia bomba, è stata lanciata questa mattina dal quotidiano Repubblica, con la Lega di Serie A che potrebbe fare davvero sul serio.

DAZN, la minaccia della Lega

Secondo il quotidiano infatti la Lega avrebbe prospettato a DAZN la risoluzione anticipata del contratto per il campionato di Serie A e di Serie B. Questi dopo i problemi che la stessa DAZN ha definito “inaccettabili” che secondo quanto comunicati sono stati di una ditta esterna che gestisce il flusso delle immagini.

DAZN, una minaccia di Serie A: "Risoluzione del contratto"
Una fase di Inter-Napoli, la partita incriminata ©️LaPresse

Ma questo a quanto pare non è bastato per mettere tutti al sicuro da quelle che potrebbero essere delle decisioni clamorose. Il giornale infatti sottolinea come in una durissima lettera di contestazione da parte della Lega, la stessa avrebbe ricordato al broadcaster gli obblighi che ha assunto alla firma del contratto per i diritti tv. Obblighi che impongono a DAZN di garantire la perfetta visione delle partite a ogni turno e per tutti i 90 minuti.

Secondo quanto riportato da calcio e finanza comunque, che ha sentito delle fonti vicine a DAZN, la Lega non avrebbe paventato quella che sarebbe una decisione drastica e clamorosa. Ma sicuramente quello che sta succedendo non fa bene a nessuno. Con Sky che comincia a pensare probabilmente a quello che potrebbe essere un vero e proprio colpaccio: riacquisire i diritti della Serie A persi ormai un anno e mezzo fa in maniera clamorosa.