Mihajlovic, le lacrime scorrono sulla timeline dei social: il ricordo commosso

Sono numerosissini i messaggi di cordoglio dopo la prematura e tragica morte di Sinisa Mihajlovic, un mito del calcio che resterà indimenticato: il ricordo commosso sui social.

L’ex calciatore della Stella Rossa, della Samp, della Lazio e dell’Inter ed ex tecnico tra le altre del Milan e del Bologna si è spento quest’oggi in un ospedale di Roma dopo una lunga battaglia contro il male che lo aveva colpito.

Sinisa Mihajlovic www.ilveggente.it
Ricordo Mihajlovic ©️LaPresse

Sinisa Mihajlovic annunciò di essere ammalato nel luglio del 2019 commuovendo milioni di tifosi e sportivi con le sue parole di coraggio. “La batterò giocando all’attacco“, disse. E ha attaccato, Sinisa, fino alla fine. È sempre stato un combattente, e così verrà ricordato.

Pochi minuti dopo la notizia della scomparsa del calciatore serbo migliaia di commenti di condoglianze e di sincero cordoglio hanno riempito i social: il ricordo di Sinisa Mihajlovic ha unito tutti nel rispetto, anche i tifosi delle squadre avversarie. Le massime cariche dello sport e del calcio italiano hanno voluto subito esprimere con evidente dolore il loro cordoglio.

Giornata triste, va ricordato non solo come calciatore ma come lottatore. Io penso alle milioni di persone che combattono contro il male”. Queste le larole di Andrea Abodi, nuovo Ministro dello Sport.

Ha commentato la notizia anche l’ex ministro Beatrice Lorezin: “Se n’è andato un guerriero, un simbolo della lotta al cancro. In molti siamo stati al tuo fianco, ma sei tu che hai dato coraggio e forza a tanti malati col tuo esempio”.

Roberto Mancini ha ricordato invece di aver condiviso con Mihajlovic trent’anni di vita. “Non è giusto“, ha commentato il ct della Nazionale, che è stato compagno di squadra di Sinisa Mihajlovic alla Sampdoria e alla Lazio, e aveva collaborato con lui all’Inter. “Questo è un giorno che non avrei mai voluto vivere perché ho perso un amico… Non è giusto che una malattia così atroce abbia portato via un ragazzo di 53 anni, che ha lottato fino all’ultimo istante come un leone, come era abituato a fare in campo. Ed è proprio così che Sinisa resterà per sempre al mio fianco, anche se non c’è più“.

Le reazioni di cordoglio alla notizia della morte del guerriero. Il ricordo di Sinisa Mihajlovic

Anche il presidente della Samp, Massimo Ferrero, ha pianto l’amico scomparso con un ricordo toccante: “Mi ha battezzato nel calcio. Un super uomo, una grande persona. I fuoriclasse li perdiamo sempre“.

Messaggi social Mihajlovic www.ilveggente.it
Sinisa Mihajlovic ©️LaPresse

Una news molto triste, ciao Sinisa”, ha scritto per esempio Vasco Rossi su Instagram. Gli ha fatto eco Enrico Ruggeri con un pensiero più articolato: “Spesso la parola ‘guerriero’ viene usata a sproposito. Lui lo era veramente: grande giocatore, grande allenatore, grande uomo. La sua fierezza e i suoi principi resteranno per sempre”.

Giuseppe Conte ha twittato queste parole: “Sinisa Mihajlovic ci ha lasciato, non senza aver combattuto anche questa dura partita. Un ottimo atleta e un grande uomo di sport, mancherà ad ogni amante del calcio. Sentite condoglianze alla sua famiglia”. Le condoglianze sono giunte anche da Matteo Salvini, che ha pubblicato una foto insieme al serbo con la didascalia: “Non ci voglio credere, stramaledetta bastarda malattia. Buon viaggio Sinisa, campione dentro e fuori dal campo. Ci mancherai, tanto”.