Schumacher lascia la Ferrari, è UFFICIALE: nuova scuderia in Formula Uno

Schumacher lascia la Ferrari, adesso è anche ufficiale. Il figlio dell’indimenticabile pilota tedesco ha trovato una nuova scuderia in Formula Uno

Mick Schumacher lascia la Ferrari. Ufficialmente. Con la notizia che era nell’aria da un poco di tempo e che adesso è legge a tutti gli effetti. Il figlio di Michael, sette volte campione del Mondo, segue quindi le orme del padre.

Schumacher lascia la Ferrari, è UFFICIALE: nuova scuderia in Formula Uno
Mick Schumacher ©LaPresse

Sì, perché come uno dei più grandi piloti di tutti i tempo, Mick, classe 1999, che ha dimostrato soprattutto nelle categorie minori di poter essere un pilota importante, passa alla Mercedes, dove il padre ha chiuso la carriera. La notizia è stata data direttamente dalla nuova scuderia con un comunicato apparso sul proprio sito che ha messo fine a tutte quelle che erano le voci che poi, ovviamente, sono state confermate dai fatti. Perché come vi spieghiamo spesso anche da queste colonne, quando esce una voce fuori, che sembra anche impossibile, un pizzico di verità c’è quasi sempre.

Schumacher lascia la Ferrari, è della Mercedes

Torniamo alla notizia però che ha caratterizzato la mattinata degli appassionati di Formula Uno. Con il Mondiale ormai alle spalle e nell’attesa di tornare nel 2023, quello che coinvolge adesso sono le notizie del “calciomercato” dei piloti.

Schumacher lascia la Ferrari, è UFFICIALE: nuova scuderia in Formula Unovvvvvvvvvvvv
Toto Wolff, team principal della Mercedes ©LaPresse

Bene, Mick Schumacher insomma è della Mercedes, avrà il ruolo di pilota di riserva, alle spalle di Lewis Hamilton e di George Russell, e sarà pronto a salire sulla W14 qualora uno dei due fosse indisponibile. Condurrà anche un programma di lavoro al simulatore.”Sono felicissimo di far parte della Mercedes F1. Darò il massimo per fornire un contributo a questo ambiente così professionale e competitivo. Ringrazio Toto e tutte le persone coinvolte per avermi dato fiducia”. Queste le prime parole di Mick dopo l’ufficialità della notizia.

“Mick è pilota giovane e di talento, un gran lavoratore, con un approccio calmo e metodico, che vuole sempre migliorarsi. Sono qualità importanti e siamo felici che possa aiutarci nello sviluppo della W14”, ha invece detto Toto Wolff, team principal della scuderia che ha come obiettivo il prossimo anno quello di tornare a lottare per il Mondiale.

Schumacher, per sua fortuna, è riuscito a trovare un nuovo impiego dopo che la Haas gli aveva dato il benservito. Un rapporto mai sfociato in qualcosa di importante. E dopo l’ufficializzazione di Hulkenberg, sembrava che Mick potesse rimanere a piedi per il 2023. Invece il colpo di coda, che lo farà rimanere, almeno in parte, in pista.