Gratta e vinci, mai prenderlo in due: 14 anni di cause

Gratta e vinci, mai prenderlo in due: si rischia di perdere un’amicizia e di affrontare almeno 14 anni di cause. Ecco quello che è successo

Quando comprate un Gratta e vinci fatelo da soli, o almeno cercate di farlo dividendovi prima i patti. Anche se questo potrebbe pure non bastare, visto quello che è successo a Latina. Cause che vanno avanti da 14 anni, dal 2009 quindi, per un biglietto comprato insieme e che clamorosamente ha portato ad una vincita di mezzo milione di euro. Che nessuno fino ad oggi ha potuto toccare e che non toccherà almeno fino al prossimo mese di marzo, quando l’ennesima udienza è stata fissata.

Gratta e vinci, mai prenderlo in due: 14 anni di cause
©AnsaFoto

Una storia incredibile raccontata da Latina Oggi, che vede protagoniste due vecchie amiche che dopo aver brindato e sognato di cambiare vita (la domanda è: 250mila euro non andavano bene?), hanno deciso di rovinare l’amicizia e di andare avanti solamente con le carte bollate. E di quei soldi nemmeno l’ombra fin quando un giudice non farà, si spera per loro, chiarezza su quanto è successo.

Gratta e vinci, mezzo milione congelato

Gratta e vinci, mai prenderlo in due: 14 anni di cause
©AnsaFoto

Nel 2019, le due ragazze, A.A. e S.N., si sono recate insieme ad una tabaccheria e hanno comprato un Gratta e vinci che, clamorosamente, ha portato alla vincita di 500mila euro. Dopo la festa, i brindisi, e i sogni mentali che ognuna ha fatto, gli avvocati. Una sentenza già arrivata che però non ha fatto chiarezza: “In base al Regolamento delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea il pagamento delle vincite delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea è effettuato legittimamente in favore del portatore o presentatori del biglietto vincente. Sulla scorta di questa premessa la circostanza che il biglietto fosse stato pagato con il denaro di A.A. non è risolutiva per individuare il soggetto legittimato a riscuotere la vincita, posto che il biglietto fu acquistato e fu materialmente consegnato nelle mani di S.N. e fu quest’ultima a presentarlo per la verifica della vincita”.

Insomma, una ha pagato il biglietto, l’altra ha grattato consegnandolo per la verifica. Gli accordi stando alla ragazza che ha avuto visivamente il biglietto in mano erano di divisione in caso di vincita. Ma nessuno ovviamente in quel momento si aspettava una cifra così alta. Bene, 14 anni dopo non è ancora finita. Quindi ripetiamo il consiglio: meglio comprarlo da soli un Gratta e vinci.