Federica Masolin, la fantasia galoppa: sul red carpet è una vamp

Federica Masolin non è solo una apprezzatissima conduttrice di Formula 1. Tutte le sue qualità si sono viste e immaginata al Gran Galà del Calcio SKY.

Federica Masolin ha avuto dalla sorte un dono, o forse più di uno. Ma quello di cui parliamo è stato nascere nella capitale dei media, della TV, della comunicazione italiana: Milano. Dalla sua città ha preso l’apertura al futuro e all’innovazione, la velocità e il dinamismo.

Federica Masolin
Federica Masolin, Instagram

Tutte qualità che hanno contribuito a modellare una carriera molto diversa da quella delle altre sue colleghe commentatrici.

Federica Masolin nasce, appunto, a Milano nel 1985. Come molte ragazzi intelligenti e diligenti vive un percorso scolastico senza intoppi né incertezze che la porta a laurearsi in lettere moderne, senza bisogno di muoversi dalla sua città. Qui ha inizio l’inizio di una carriera che si è sviluppata tutta per linee interne, come direbbe un cronista di ippica, intento a commentare una vittoria particolarmente abile sul piano della tattica.

Da Sky a Sky a Sky

La carriera di Federica Masolin non è infatti una storia di lunghi e defatiganti percorsi esterni e di rimonte in “quarta ruota”, passando per minuscole televisioni locali, apprezzate da pochi amici al bar del paese. No, Federica Masolin, immediatamente dopo la laurea trova la strada che rimarrà, fino a questo punto, per sempre la sua. La chiama SKY per uno stage. 

Come molti altri giovani, Federica comincia la sua carriera con questa forma di rapporto, un modo di imparare, di farsi conoscere da cui può partire una carriera di lavoro. O molto spesso no. Quella di Federica Masolin è partita talmente forte da non fermarsi mai più. Dallo stage alla prima assunzione, agli incarichi sempre più importanti, Federica ha coperto tutti gli sport maggiori ed è diventata un volto imprescindibile dell’emittente satellitare.

Dal calcio alla Formula 1. Con stile.

Federica Masolin
Instagram

Federica Masolin è partita dal bordo di un campo di calcio nel 2009, ha commentato le olimpiadi invernali nel 2014 e la Coppa America nel 2011. Una lunga galoppata verso quello che è diventato il suo regno indiscusso: la Formula 1.

Nei paddock, sulla pista, Federica porta quel talento da reporter istantaneo e quella scelta di temi e di tempi che nascono lungo le linee di un campo di calcio e al calcio Federica Masolin è tornata in questi giorni, ammiratissima, scendendo sul red carpet del Gran Galà del calcio Sky con un magnifico vestito verde, lunghissimo, una gioia per gli occhi e soprattutto per l’immaginazione.

I premi consegnati ai giocatori e alle azioni migliori della stagione hanno portato sul palco campioni eccezionali come Vlahovic, Immobile e Leao. Ma nessuno di loro è riuscito a essere ammirato, e sognato, come lei.