Federer e quel due di picche inaspettato: la telefonata finisce male

Federer questo proprio non se l’aspettava: ecco chi ha “deluso” il tennista svizzero e cosa è successo a Londra.

Nessuno oserebbe dire di no ad un re. Men che meno rifiutarne l’invito a corte. Almeno in teoria. Già, perché nella realtà sembra proprio che invece sia successo eccome. Che ci sia stato qualcuno così coraggioso da rifilare un due di picche al re del tennis: il campione svizzero Roger Federer.

Federer
©️LaPresse

Quello a Londra sarà il suo ultimo ballo. Domani sera giocherà il doppio, presumibilmente con l’inseparabile amico e rivale Rafael Nadal, dopodiché si ritirerà dopo una strepitosa carriera che speravamo non avesse mai fine. Ma chi è che ha osato rifiutare l’invito del più grande di tutti i tempi?

Non si tratta di una persona qualunque. Proprio no. È stato il nuovo numero uno in persona, Carlos Alcaraz, a “sfidare” nientepopodimeno che Roger Federer e a lasciarlo, come se non bastasse, con un pugno di mosche in mano.

Chi ha osato dire di no a Federer?

Federer
©️LaPresse

Il tennista svizzero, prossimo al ritiro, ha raccontato in conferenza stampa di averlo cercato nel momento in cui si stava cercando di comporre una squadra che fosse il più competitiva possibile in Laver Cup. Ha pensato a lui subito, essendo il fenomeno del momento, per cui non si aspettava assolutamente che accadesse quello che poi è successo.

Il giovane di Murcia, fresco di vittoria allo Us Open, ha declinato l’invito di Roger a far parte del Team Europe. Ad Alcaraz sarebbe piaciuto esserci – questo, quanto meno, ha riferito Federer – ma sembra che qualcosa glielo abbia impedito, inducendolo a rifiutare la seppur allettantissima offerta.

Pare che, di concerto col suo team, abbia deciso di approfittare di questa settimana per concedersi un po’ di riposo, dopo le fatiche newyorkesi e in vista del rush finale di questa stagione per lui certamente gloriosa. Sono diversi, in effetti, gli eventi ai quali presenzierà dopo questa brevissima pausa: giocherà a Nur-Sultan, Basilea, Parigi Bercy, alle Finals e infine scenderà in campo per la finalissima della Coppa Davis. Avrà mandato giù, il re svizzero, questo “affronto“?