C’è un po’ d’Italia in Casper Ruud: l’arma che Alcaraz non ha

Casper Ruud, c’è qualcosa che forse non sai sul tennista norvegese in finale allo Us Open: qual è il suo legame con l’Italia.

La faccia da bravo ragazzo, l’educazione, il perfezionismo e un sorriso composto che non nega mai a nessuno. Difficile avercela con Casper Ruud, sebbene sia stato proprio lui a portare via al nostro Matteo Berrettini due grandi chance nel giro di pochi mesi, in questo maledettissimo 2022.

Ruud
©️LaPresse

Lo ha battuto a Gstaad, negandogli la possibilità di un triplete che gli avrebbe fatto molto comodo in chiave ranking, e anche ai quarti di finale dello Us Open. Ma a New York sono davvero tanti i tennisti che sono finiti nelle sue grinfie e che ne sono usciti, ahinoi, con le ossa rotte.

Il giovane talento di Oslo avrà quindi, oggi, un’occasione irripetibile. Potrebbe vincere il suo primo Slam, ma potrebbe anche diventare il nuovo numero 1 nella classifica mondiale. Sempre a patto che riesca a fare quello di cui non tutti sono capaci: battere il mostruoso Carlos Alcaraz.

Ruud, chi è la fidanzata Maria Galligani

Ruud
Ruud e la sua fidanzata Maria (Instagram)

L’iberico parte con i favori del pronostico, ma non si può ignorare che il norvegese abbia un’arma in più rispetto al pupillo di Juan Carlos Ferrero. Mentre il giovane spagnolo è concentrato solo ed esclusivamente sul tennis e non intende concedersi, ora come ora, alcuna distrazione, Ruud ha dalla sua una certezza indissolubile.

Il bravo ragazzo di Oslo è fidanzatissimo e può fare affidamento su una compagna che lo sostiene sempre e comunque. Lei è Maria Galligani, norvegese come lui sebbene si evinca chiaramente dal suo nome e dal suo cognome che le sue origini non siano propriamente scandinave.

Ha sangue italiano la dolce metà di Casper Ruud, che è un’aspirante psicologa e che proviene da una dinastia di commercianti. Ed è vero che sbattendo fuori Sinner dallo Us Open Alcaraz ha sfatato il mito dell’imbattibilità degli italiani, ma non si sa mai. Quindi stai attento, Carlos: c’è un po’ di Bel Paese anche nel tuo prossimo avversario e lo sanno tutti, oramai, che la Penisola non ti piace poi così tanto.