Berrettini, il bacio è quello giusto: colpo di fortuna agli Us Open

Berrettini, la ruota gira sempre: il romanticissimo bacio che ha cambiato il corso degli eventi a New York.

La ruota gira sempre. A volte in senso orario, altre in direzione contraria. Soprattutto nel tennis, dove non è mai detta l’ultima parola. Dove non è detto che una testa di serie arrivi in fondo a uno Slam solo perché tale. Dove un outsider può stravincere e battere avversari più blasonati e imporsi dalla sera alla mattina.

Berrettini
©️LaPresse

È successo a Matteo Berrettini, che è uscito al primo turno sia a Montreal che a Cincinnati, ed è accaduto anche a Stefanos Tsitsipas, che da grande favorito al Flushing Meadows si è ritrovato fuori dai giochi al primo colpo. Un evento che non si poteva assolutamente prevedere e che scombina il tabellone e le previsioni sin qui avanzate.

Il fatto che il greco sia uscito di scena è però estremamente positivo, inutile negarlo, dal punto di vista azzurro. Berrettini avrebbe dovuto incontrarlo agli ottavi di finale dello Us Open e avrebbero potuto essere dolori, visto e considerato che fino ad oggi non è mai riuscito a batterlo.

Berrettini, la ruota gira: ora o mai più

Berrettini
©️LaPresse

Ora che Tsitsipas non è più paraggi, il martello romano ha ancor più chance di fare bene nell’ultimo Slam della stagione. Una tappa imprescindibile per lui sia in ottica ranking che in ottica Race, dal momento che la performance newyorkese avrà un peso enorme sulla sua partecipazione o meno alle Finals.

All’esordio ha superato ogni più rosea aspettativa. Non c’era più traccia per fortuna del Matteo che abbiamo visto nelle scorse settimane sul cemento americano: il ragazzone affamato e bramoso di vittorie è tornato e si è visto dai suoi colpi, dalla concentrazione mai venuta meno, dalla forza fisica e mentale che ha riversato in ogni singolo scambio.

Tornerà in campo già domani e affronterà Hugo Grenier; dopodiché, se tutto andrà come deve andare, per lui ci sarà di nuovo Andy Murray. E ora che la dea bendata finalmente l’ha baciato, cosa che effettivamente non accadeva da un po’, speriamo solo che sappia cogliere l’opportunità che il destino gli ha servito su un piatto d’argento.