Berrettini, partita annullata: non c’è pace neanche a Gstaad

Berrettini, la partita in programma oggi non si giocherà: ecco cosa è successo a Gstaad e perché è stata annullata.

Matteo Berrettini si era concesso il lusso di sognare in grande. Per prendersi la sua rivincita dopo il forfait a Wimbledon, dettato dalla sua positività al Covid, aveva ben pensato di tentare il tutto e per tutto e di darsi non una, ma ben due possibilità tra le vette delle Alpi svizzere.

Berrettini
©️LaPresse

Intendeva giocare sia il singolare che il doppio, in coppia con un partner d’eccezione: il fratello Jacopo, anche lui tennista professionista. La decisione era maturata a Casinalbo di Formigine, dove i due si erano ritrovati nel momento in cui il numero 15 del ranking Atp si era finalmente negativizzato e aveva ripreso ad allenarsi.

Peccato solo che i loro piani siano irrimediabilmente andati in fumo e che la cattiva sorte si sia messa, ancora una volta, di traverso. Non ci sarà alcun doppio per i Berrettini bros, come li chiamano sui social: Lorenzo Sonego e Andrea Vavassori dovranno vedersela con un’altra coppia.

Berrettini, niente doppio: cosa è successo

Berrettini
©️LaPresse

Ma perché il doppio di Jacopo e Matteo Berrettini è stato annullato? Non ci sono comunicazioni certe da parte dei diretti interessati, per la verità, ma fonti a loro vicine riferiscono che la partita sarebbe saltata per via di un problema all’anca riportato dal fratello minore.

La notizia dell’annullamento del match aveva generato, manco a dirlo, il caos più totale sui social. Si era pensato, complici alcuni profili fake che si sono presi gioco dei fan, che l’infortunato fosse Matteo e allora sì, che ci sarebbe voluta una macumba per “liberarlo” dal “male” e dalla sfiga.

Il numero 15 del ranking debutterà invece domani, giovedì 21 luglio, contro Richard Gasquet. La gara è stata posticipata di 24 ore per problemi organizzativi, ragion per cui le fasi finali del torneo di Gstaad si svolgeranno molto velocemente. Ma al di là di questo, l’essenziale è che dopo tanta attesa ci siamo. Finalmente.