Wimbledon, Kyrgios fuori controllo: prima lo sputo, poi la cena senza bacchette

Wimbledon, Kyrgios fuori controllo: prima sputa, profanando quella che è la casa del tennis. Poi la cena senza bacchette

Fuori di testa, così come spesso è successo nel corso della sua carriera. Ma onestamente, stavolta, il tennista Nick Kyrgios, ha superato ogni limite della decenza. Anche se per il momento dei provvedimenti ufficiali da parte dell’organizzazione di Wimbledon non ne sono arrivati. Anzi, tutt’altro: lo stesso è stato protagonista di un Tweet sicuramente benevolo da parte dei social media manager del torneo inglese. Ma andiamo con ordine e raccontiamo i fatti.

Ieri, Kyrgios, non senza difficoltà, ha avuto la meglio sull’inglese numero 210 al mondo Jubb. Già aveva mostrato segnali di insofferenza al quinto set, quando aveva lanciato una pallina verso il pubblico. Ma il peggio doveva anche arrivare, visto che alla fine della partita, prima di andare a salutare l’avversario, si è girato e ha sputato verso il pubblico. Lo stesso, in una infuocata conferenza stampa post partita, ha confermato il tutto, sottolineando come il suo gesto fosse intenzionale.

Wimbledon, Kyrgios e le bacchette

“Sì, è stato intenzionale. Qualcuno del pubblico mi ha insultato, mi ha detto che ero una merda. È normale? No. Non capisco perché succeda sempre. Ho a che fare con odio e negatività da molto tempo, quindi non sento di dover qualcosa a quella persona. È letteralmente venuto alla partita per non supportare nessuno, solo per suscitare mancanza di rispetto. Va bene, ma se te lo restituisco è così che va”. Insomma, non si è tirato per nulla indietro e ha ammesso tutto quello che si è visto chiaramente.

Poi, come detto, anche il Tweet benevolo di Wimbledon, con un video dove lo stesso australiano mangia il sushi senza bacchette, ma con le più classiche posate. Forse ci si aspettava una presa di posizione diversa.