Wimbledon, Berrettini mette la freccia: già superato Nadal

Wimbledon, Matteo Berrettini mette la freccia: già superato Rafa Nadal dopo la vittoria di ieri al Queen’s. Il ribaltone è in atto

Il secondo trionfo di fila al Queen’s, dopo la vittoria nel torneo di Stoccarda, ha fatto capire al Mondo intero di che pasta è veramente fatto Matteo Berrettini. Messosi alle spalle l’infortunio è tornato alla grande e, se in questo momento esistesse una classifica fatta per superfici e non per punti totali, non ci sarebbero dubbi su chi fosse il più forte sull’erba. Sì, il romano vola, e i risultati per lui parlano chiaro.

Wimbledon
Matteo Berrettini ©LaPresse

Dopo la legnata presa contro Federer che negli ottavi di finale sul Centre Court di Church Road nel 2019 (strapazzato in meno di un’ora l’azzurro), Matteo è stato in grado di aspettare il suo momento, di capire quali sono stati i suoi errori, e soprattutto di lavorarci sopra. Da quel momento in poi sul prato verde sono arrivate 20 vittorie e una sola sconfitta, proprio quella dell’anno scorso contro Djokovic, che ha imposto la propria legge a Wimbledon, in quello che è stato il punto più alto della carriera del tennista romano. Intanto, però, c’è una grossa novità: secondo i bookmaker, Berrettini, ha decisamente messo la freccia.

Wimbledon, Berrettini mette la freccia

Wimbledon
Djokovic e Nadal ©️LaPresse

Fino all’altro ieri Matteo era il quarto tra i favoriti per il torneo che inizierà tra pochissime settimane. Alle spalle del campione in carica Djokovic, e al duo spagnolo formato da Rafa Nadal che viene dalla vittoria del Roland Garros e dal fenomeno Alcaraz. Il ribaltone è arrivato però ieri, dopo aver vinto il torneo inglese in due set, che lo hanno spedito davanti ai due iberici ma sempre alle spalle del serbo.

Un segnale importante, senza dubbio, confermato anche dalle parole di Matteo che dopo la semifinale vinta al Queen’s ha spiegato che per lui, l’obiettivo, adesso diventa quello di vincere una partita in più rispetto allo scorso anno. Sì, avete capito bene: significherebbe trionfo. Senza paura, Matteo.