Gratta e Vinci, non farlo mai: pistola puntata contro e doppio furto

Gratta e Vinci, non farlo mai: pistola puntata durante la notte e doppio furto. Ecco quello che è successo a Torino nei giorni scorsi

Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato di alcune disavventure nei confronti di alcuni fortunati vincitori di ingenti cifre di denaro che si sono poi ritrovati davanti ad un giudice oppure che sono stati derubati dal biglietto vincente di un gratta e vinci. Insomma, cose che purtroppo non vorremmo mai venire a sapere ma che succedono. Il fatto più grave, però, è avvenuto nella notte tra il 28 e il 29 maggio a Torre Pollice, in provincia di Torino.

Gratta e Vinci
©️Ansafoto

Tre malviventi sono entrati pistola in pugno nella villa di un trentenne che lo scorso anno aveva vinto 5 milioni di euro con un gratta e vinci. Sequestrato insieme alla sua compagna, nel rovistare all’interno dell’abitazione hanno trovato dei lingotti d’oro, dei gioielli e del denaro contante e sono scappati con il malloppo. Non prima di aver rinchiuso la coppia all’interno di uno sgabuzzino.

Gratta e vinci, notte di paura

Gratta e Vinci
©️Ansafoto

Una notte di paura per i giovani che dopo essersi liberati – così come riporta Agimeg – hanno chiamato immediatamente le forze dell’ordine e hanno sporto denuncia ai carabinieri di Pinerolo che hanno fatto immediatamente scattare le indagini.  Il neo imprenditore aveva già subito un furto in casa lo scorso Natale, in un’altra abitazione, a Nichelino. E anche in questo caso gli erano stati rubati diversi lingotti d’oro e gioielli di valore.

Cosa ci resta da questa notizia: che in alcune situazione sarebbe meglio prendersi il bottino della vincita e scappare. Le voci, soprattutto in dei piccoli centri, corrono troppo in fretta e possono arrivare alle orecchie di chi non ha sicuramente delle buone intenzioni. In questo caso, ovviamente, un collegamento con la vincita milionaria dello scorso anno sembra quasi palese. Ma saranno le indagini a fare la chiarezza che serve.