Calciomercato Juventus, duello con le milanesi per il bomber da 115 milioni

Calciomercato Juventus, duello con le milanesi per il bomber da 115 milioni di euro. Ecco come potrebbe tornare in Italia. Che sfida

Incredibile ma vero. Stando ovviamente a quelle che sono le notizie che il Corriere dello Sport ha riportato oggi. La Juventus, così come il Milan, sarebbero interessate a Lukaku, ex attaccante dell’Inter adesso che al Chelsea che ha tutta l’intenzione di tornare in Italia dopo una stagione vissuta in seconda linea con Tuchel in panchina. Il rapporto con il tecnico tedesco a Londra non è mai decollato e nessuno si opporrebbe a un addio. Ma ovviamente ci sono delle determinate condizioni da rispettare.

Calciomercato Juventus
Massimiliano Allegri ©️LaPresse

Parliamo di cose economiche: solamente in prestito Lukaku potrebbe rientrare in un’operazione che potrebbe vedere protagoniste le squadre italiane. La scorsa estate il Chelsea ha speso 115 milioni di euro per strapparlo all’Inter e ovviamente non ha nessuna intenzione di perdere dei soldi da questo investimento. E poi c’è la questione ingaggio ovviamente che in questo caso però potrebbe essere superata dalla volontà del calciatore di salutare la Premier. Nessuno gli può garantire 12 milioni di euro all’anno più i bonus. Un taglio, sostanzioso anche, ci deve per forza essere.

Calciomercato Juventus, anche i bianconeri su Lukaku

Chelsea-Leicester
Romelu Lukaku ©️Ansafoto

Ovviamente e su questo ci possono essere davvero poche discussioni, il pensiero di Lukaku è quello di tornare in nerazzurro. Ma ci sono dei possibili inserimenti, uno su tutti quello del Milan: rotto Ibrahimovic, Maldini vorrebbe regalare oltre ad Origi un altro attaccante a Stefano Pioli per cercare di difendere il titolo. E poi ci sarebbe anche la Juventus a sentire quelle che sono le possibili richieste del centravanti belga che comunque di rimanere al Chelsea non ha nessuna intenzione. Insomma, un intreccio internazionale con una sensazione: Lukaku potrebbe davvero tornare a giocare in Italia l’anno prossimo.