Calciomercato, Cavani torna in Serie A: c’è l’offerta

Calciomercato, il Matador Cavani pronto a tornare in Serie A: c’è la prima offerta per quello che potrebbe essere un colpo in attacco

Cavani in Serie A. Un ritorno. Uno di quelli che fanno sempre rumore nonostante l’età non più giovanissima. Ma le qualità, sì quelle non si possono proprio discutere per quello che ha salutato il Manchester United alla fine della stagione. E in Italia si sogna, soprattutto un club che potrebbe regalarsi un sogno. Ma ve la immaginate voi una coppia Ribery-Cavani alla Salernitana?

Calciomercato
Cavani ©️LaPresse

Bene, proprio questo potrebbe essere uno degli snodi della questione, dare la possibilità all’uruguaiano di mettersi in gioco, ancora, con al fianco il francese. Cavani sarebbe stuzzicato dall’idea di tornare a giocare nella massima serie italiana. E su di lui appunto ci sarebbe la Salernitana di Iervolino, che mirerebbe a prendere un centravanti che di presentazioni non ha bisogno. E ci sarebbe inoltre anche una prima offerta.

Calciomercato, la Salernitana vuole Cavani

Serie A
Davide Nicola, allenatore della Salernitana ©LaPresse

Il Mattino sottolinea come la società campana avrebbe già fatto una prima offerta. Contratto biennale, con opzione per il terzo, a 3milioni di euro all’anno. Mica male per un attaccante non più giovanissimo che, però, a quanto pare, vorrebbe cifre diverse per mettere nero su bianco: si parla di 5 milioni di euro all’anno come richiesta anche se difficilmente potrebbe trovare una società che gli potrebbe offrire un contratto pluriennale.

Insomma, in poche parole, la trattativa sarebbe appena iniziata e potrebbe anche dare i suoi frutti. La Salernitana, dopo aver conquistato una salvezza clamorosa, non ha l’intenzione di chiudere come quest’anno, con una sconfitta e con una permanenza dovuta soprattutto al pareggio del Cagliari sul campo del Venezia. E Sabatini, uno che ha dimostrato ancora una volta di saperci fare, è pronto a piazzare un altro colpo assai importante della sua carriera da direttore sportivo. Insomma, in Campania si sogna davvero.