Eurovision, lo scivolone di Mahmood e Blanco: questa non ci voleva

Eurovision, tutto è cambiato da un momento all’altro: ecco come stanno ora le cose e quali sono le prospettive per Mahmood e Blanco.

Achille Lauro non l’ha presa bene. È stato eliminato e non concorrerà più, quindi, per vincere l’Eurovision. Nella competizione canora gareggiava per conto di San Marino e confidava molto nello show che aveva messo in piedi per stupire il pubblico di Torino. La sua performance, in effetti, è stata pazzesca.

Eurovision
Instagram

Il fatto che sul palco abbia domato un toro meccanico e che sfoggiasse un look incredibile non è stato, a quanto pare, sufficiente. Tant’è che, nel corso della seconda semifinale, è stato decretato che il cantante veronese non meritasse di andare avanti. Restano ancora, però, loro, i veri beniamini italiani di questa edizione.

Mahmood e Blanco sono ancora in lizza per vincere il titolo che lo scorso anno è andato ai Maneskin. Prima che iniziasse la kermesse erano i favoriti per la vittoria, poi erano stati improvvisamente sorpassati dalla Kalush Orchestra che rappresenta, nel contest, il Paese ucraino.

Eurovision, si mette male per Mahmood e Blanco

Eurovision
Instagram

Ora, a gran sorpresa, le quote sono cambiate nuovamente. La coppia che ha fatto impazzire Sanremo con il brano “Brividi” è scivolato nella classifica dei bookmaker. Al primo posto c’è sempre la Kalush Orchestra (1,35), ma loro non occupano più, come fino a qualche giorno fa, la seconda posizione.

Il loro posto è stato preso dal Regno Unito (7,50), rappresentato da Sam Ryder, ma tra lui e il duo nostrano c’è un altro concorrente di mezzo. Si tratta di Cornelia Jacobs (10), che concorre per la Svezia e che sembra avere, al momento, più chance di vincere rispetto a Mahmood e Blanco.

I due vincitori di Sanremo sono ora quarti nella classifica degli analisti. Ma anche nella peggiore delle ipotesi, per fortuna, hanno già portato a casa un risultato molto soddisfacente: all’Eurovision Song Contest 2022 la loro “Brividi” ha vinto il premio per il miglior testo. Mica male.