Djokovic e Britney Spears, quella volta che la mamma rimase scioccata

Djokovic, l’incredibile racconto lascia tutti a bocca aperta: ecco che cosa ha rivelato il numero 1 del tennis mondiale.

Novak Djokovic non è il campione austero e severo che sembra essere quando impugna la sua racchetta fumante. Chi lo segue sa bene che dietro quell’omone tutto d’un pezzo c’è un vero e proprio showman dal carisma e dal talento inesauribili, che tante risate in passato ha regalato al pubblico.

Djokovic
©LaPresse

Come dimenticare, infatti, tutte le volte che Nole, anche nel bel mezzo dei match più caldi, ha iniziato ad imitare i suoi colleghi? Sono celebri, in particolar modo, le performance in cui ha emulato i tic dell’amico e rivale Rafael Nadal, ma anche quella in cui si è agghindato di tutto punto per trasformarsi in Maria Sharapova.

Una cosa che gli riesce benissimo ma che, per forza di cose, si è visto costretto a smettere di fare. Con buona pace dei suoi fan, molti dei quali rimpiangono la leggerezza di quei momenti. Ma come mai Djokovic si è lasciato alle spalle quella vocazione?

C’era una volta Djokovic lo showman

Si è tornati su questo discorso proprio ieri, alla fine della partita con Wawrinka, nel bel mezzo di una conferenza stampa. Gli è stato chiesto se gli dispiaccia non essere più quel Nole lì, quello che imitava i giocatori, e se dentro di sé sia cambiato qualcosa per via del suo status di numero 1 al mondo.

A quel punto Djokovic ha raccontato dell’ultimo Montecarlo Players’ Show al quale ha partecipato. “C’erano i miei genitori in prima fila – ha riferito, come fanno sapere da Ubitennis – e io ho fatto Britney Spears quell’anno. Cantavo, ballavo, mi sono depilato le gambe per assomigliarle di più”.

“Avevo i pantaloncini di jeans, facevo tutto questo con il c*** e mia mamma è rimasta scioccata. Dopo quello, dovevo lasciar stare per un po’. Forse non devo fare queste cose un po’ estreme, però posso tornare a fare i giocatori, perché no? Vedremo i prossimi anni. Grazie – ha concluso, rivolgendosi al cronista che aveva tirato in ballo il suo passato da imitatore – per esserti ricordato di questa bella epoca”.