Serie C, differenti motivazioni: chi lotta e chi è tranquillo nei 3 gironi

Serie C, si entra nel rush finale del campionato: ecco le situazioni aggiornate nei tre gironi. Chi è tranquillo e chi invece lotta per qualcosa

Si entra nel rush finale della stagione. E ancora delle sentenze devono arrivare. Sicuramente, e purtroppo da un lato, le cose sono quasi del tutto chiare nel raggruppamento C, quello meridionale: il Bari ha già ottenuto la matematica certezza della promozione in Serie B, mentre il Catania da ieri è ufficialmente escluso dal campionato. Insomma, si sa già qualcosa. Ah, a proposito del Catania: il tecnico Baldini, a quanto pare, è rimasto disoccupato solamente per pochi giorni. Il Vicenza, che ieri ha esonerato Brocchi, sarebbe pronto ad affidare all’allenatore svincolato dal Catania la panchina. Manca solo l’ufficialità.

Serie C, la situazione nel girone A

Serie C
Javorcic, tecnico del SudTirol capolista ©️LaPresse

A due giornate dal termine sono due i punti che dividono il SudTirol capolista e il Padova che insegue. La formazione di Javorcic può mettere la parola fine alla questione nel prossimo turno, in programma il 16 aprile. Contro chi? Contro il Padova. Clamoroso. Con il tecnico nuovo comunque, i veneti hanno piazzato otto vittorie su altrettante partite. Un ruolino di marcia impressionante e sicuramente sono una delle squadre favorite per la promozione anche attraverso la post season, qualora non riuscisse nel colpaccio alla vigilia della Pasqua. Dietro anche è grande bagarre: Giana Ermino e Legnago si giocheranno la possibilità di disputare i playout, entrambe infatti sono a quota trenta. Ma occhio, perché anche Seregno e Pro Sesto non se la passano bene con 32 punti. Una classifica comunque cortissima con tutte le squadre, realmente, che ancora possono sperare in qualcosa.

Serie C, la situazione nel gruppo B

Modena-Ancona
Tesser, allenatore del Modena ©️LaPresse

Anche in questo caso sono quattro i punti che il Modena ha di vantaggio sulla Reggiana. La squadra di Tesser, con il gol del portiere al minuto 91 direttamente sul rinvio, ha quasi chiuso la pratica. Difficilissimo per la squadra di Diana rientrare. Il secondo posto comunque è blindato da tempo. Il Grosseto (30 punti), spera di riuscire a giocarsi i playout superando l’Imolese (31). Mentre Pontedera e Teramo – rispettivamente distanti un punto e due punti dalla zona playoff – sperano di rientrare in corsa. Teramo e Montevarchi invece non sembrano dover più nulla da chiedere.

Girone C, quasi tutto scritto

Bari-Messina
Michele Mignani, allenatore del Bari ©️LaPresse

Bari in Serie B. Catania retrocesso. Palermo, Catanzaro e Avellino si giocano il secondo posto in classifica. Insomma, anche qui c’è da tenere d’occhio tutto. Ovviamente l’esclusione dei siciliani ha scombinato i piani di molti, soprattutto dietro, rimettendo in gioco anche la Vibonese che però contro il Campobasso è tornata distrutta in Calabria. Taranto salvo per via della regola degli otto punti di distacco che gli eviteranno di disputare i playout, quasi salvo anche il Potenza al quale basta un solo punto per l’aritmetica. Vibonese quasi spacciata. Serve vincere e sperare. Impossibile.