Camila Giorgi “eclissata” da Jasmine Paolini: che sorpasso nel deserto

Camila Giorgi, che smacco. Mentre la tennista di Macerata si gode Miami, Jasmine Paolini avanza a grandi falcate a Indian Wells.

Ci voleva davvero la palla di vetro, per prevedere che la numero 46 del mondo potesse battere la numero 3. Ma nel tennis, si sa, non esiste una regola scritta. Cose così, quasi illogiche, possono quindi capitare molto frequentemente. Ed è successo proprio ieri, infatti, che Arina Sabalenka sia stata battuta da un’insospettabile.

Camila Giorgi
©️LaPresse

Un’insospettabile italiana, come se non bastasse, che è riuscita in un’impresa titanica nel bel mezzo di uno dei tornei più ostici della stagione. L’eroina del giorno è senza ombra di dubbio Jasmine Paolini, che ha battuto la bielorussa in tre set nell’ambito del Masters 1000 di Indian Wells.

Il tutto “alle spalle” di Camila Giorgi, che ha deciso di non partecipare, invece, alla competizione in programma nel deserto californiano. E che, a quest’ora, starà probabilmente facendo i conti con questa vittoria del tutto inaspettata che potrebbe addirittura “ripercuotersi” sulla sua già difficile situazione.

Camila Giorgi si prende una pausa e Jasmine Paolini avanza

Camila Giorgi
Jasmine Paolini ©️LaPresse

Il trionfo di Jasmine Paolini potrebbe infatti dare agli haters della tennista marchigiana il là per nuove critiche e polemiche. Sono tantissimi gli utenti che negli ultimi tempi l’hanno attaccata sui social network per via delle sue prestazioni in effetti non proprio soddisfacenti. E ora che un’italiana la sta mettendo in ombra, potrebbero anche rincarare la dose.

La Giorgi è uno dei “bersagli” preferiti dai leoni di tastiera. Il fatto che sia una bellissima ragazza ha spesso indotto gli spettatori ad attaccarla in maniera gratuita. A contestare l’interesse – del tutto legittimo – che ha nei confronti della moda, attribuendo ad esso le sue prestazioni spesso altalenanti.

Camila Giorgi dovrebbe tornare in campo in occasione del Miami Open, che avrà inizio subito dopo il Masters 1000 di Miami. E chissà che questa lunga pausa dal circuito e dai tornei non possa averla aiutata a ritrovare la bussola.