Hellas Verona-Napoli, le formazioni ufficiali | Pronostico marcatori e tiratori

Formazioni ufficiali Hellas Verona-Napoli: pronostico marcatori, ammoniti e tiratori della sfida del Bentegodi.

Snodo cruciale della stagione del Napoli, che contro l’Hellas Verona ha l’obbligo di provare a riprendere la marcia scudetto, interrotta dall’inaspettato tonfo casalingo contro il Milan. Gli uomini di Spalletti – che per l’occasione ha deciso di non schierare dal primo minuto Lorenzo Insigne e Zielinski, che partono dalla panchina – se la vedranno, però, con un Verona che venderà cara la pelle, e che soprattutto tra le mura amiche ha dimostrato di configurarsi come una vera e propria bestia nera dei partenopei. Analizziamo le scelte di formazione dei due allenatori.

Verona-Napoli
Victor Osimhen ©️LaPresse

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Montipò; Ceccherini, Gunter, Sutalo; Faraoni, Tameze, Ilic, Depaoli; Barak, Caprari; Simeone

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Lobotka, Zambo Anguissa, Fabian Ruiz; Politano, Osimhen, Lozano.

Pronostico marcatori Hellas Verona-Napoli

Una gara da uomini duri. Luciano Spalletti ha chiesto una risposta immediata ai suoi ragazzi, per fare quel salto di qualità che il tecnico di Certaldo e tutto l’ambiente si aspetta. I padroni di casa non snatureranno il proprio gioco, fatto di pressing e uno-contro-uno a tutto campo: condizioni che permetteranno agli Azzurri, laddove dovessero aggirare la prima pressione degli scaligeri, di imbeccare Osimhen in verticale, situazione ideale per esaltare le doti del nigeriano. Per quanto concerne l’Hellas Verona, occhio a Simeone, che anche all’andata ha creato non pochi grattacapi alla retroguardia partenopea e che gode di uno stato di forma esaltante.

Probabili ammoniti e tiratori di Hellas Verona-Napoli

Si prospetta una gara vibrante, giocata colpo su colpo, probabilmente con alcuni contatti al limite: Gunter potrebbe finire sul taccuino del direttore di gara, anche perché sarà preposto ad un compito di non semplice lettura. Spalletti si affida nuovamente a Lozano, con il messicano che dovrebbe ripagare la fiducia del proprio tecnico con una prestazione convincente, nella quale potrebbe andare alla conclusione in almeno due circostanze.