Sinner, sfida all’italiana nel deserto di Indian Wells | Cos’ha deciso il sorteggio

Sinner, ecco quale potrebbe essere il suo percorso nel Masters 1000 di Indian Wells: occhi puntati sulla sfida all’italiana.

Jannik Sinner non esordirà al primo turno del Masters 1000 di Indian Wells. Accederà direttamente al secondo, in virtù di un bye che è stato concesso sia a lui che al numero 6 del mondo, Matteo Berrettini. Il tabellone gode comunque di un equilibrio assai precario, dal momento che la situazione di Novak Djokovic è ancora in forse.

Sinner
©️LaPresse

Il serbo, oggi secondo nel ranking Atp, è in attesa di capire se potrà partecipare o meno alla competizione. Nel frattempo il suo nome è stato inserito nel main draw, ma è ovvio che la fisionomia del tabellone potrebbe radicalmente cambiare nel caso in cui l’esenzione non gli venisse concessa.

Per come stanno le cose adesso, la prima gara Jannik Sinner la giocherà contro uno tra Kwon Soon-woo e Laslo Djere. Non ha mai affrontato il primo, mentre è stato sconfitto ben due volte dal secondo. Erano altri tempi, certo, ma l’esito di questa sfida appare assai imprevedibile.

Sinner e Sonego, possibile incrocio al terzo turno

Sinner
Lorenzo Sonego ©️LaPresse

Andando avanti, il Masters 1000 potrebbe regalarci una sorpresa del tutto inaspettata. L’altoatesino, al terzo turno, potrebbe difatti incrociare uno tra il francese Arthur Rinderknech e, udite udite, Lorenzo Sonego. Una possibile sfida all’italiana che metterebbe un po’ di pepe in un torneo già di per sé seguitissimo.

Nel caso in cui Sinner la spuntasse, agli ottavi di finale potrebbe trovarsi davanti il norvegese Casper Ruud. Lo ha battuto già due volte, per cui ci sono buone probabilità che possa farcela anche nel deserto californiano. A quel punto, sembra parlando in forma assolutamente ipotetica, un avversario molto ostico potrebbe mettergli i bastoni tra le ruote.

Si tratta di Rafael Nadal, reduce da un trionfo epocale agli Australian Open. Se dovesse trovare la chiave di volta e battere il maiorchino, mai incontrato finora sul duro, in semifinale potrebbe incrociare l’attuale numero uno del mondo, Daniil Medvedev. Qualora in semifinale dovesse avere la meglio, ammesso che Novak Djokovic ottenga l’esenzione, non è da escludere che all’atto finale debba vedersela proprio con lui.