Calciomercato Roma e Lazio, il trasferimento è ufficiale

Calciomercato Roma e Lazio
Sarri e Mourinho ©️LaPresse

Calciomercato Roma e Lazio, il trasferimento è ufficiale: Mourinho e Sarri non avranno il centravanti messo nel mirino a gennaio

Aveva distrutto Mourinho in Conference League. E, per questo, aveva anche impressionato, dall’altra parte della città, Maurizio Sarri. Roma e Lazio, insomma, lo avevano messo nel mirino, ma il trasferimento adesso è ufficiale. Salta quindi l’ingaggio di un attaccante che per la prossima finestra di mercato era stato accostato sia ai giallorossi che ai biancocelesti. Ma non arriverà nella nostra Serie A.

L’attaccante del Bodo/Glimt, Botheim, è da ieri ufficialmente del Krasnodar. Maglia numero 20 per il centravanti che in Norvegia ha strapazzato la Roma con gol e movimenti da giocatore vero lì davanti. Tanto che Mou ne era rimasto piacevolmente impressionato e vedendo che in attacco, la Roma, non riusciva ad esprimersi al meglio, allora aveva cercato di capire quali fossero le reali possibilità di portarlo nella Capitale. Ma la società ucraina si è mossa con largo anticipo, e ha chiuso l’affare.

LEGGI ANCHE: Jannik Sinner, il futuro è già deciso: l’attesa più lunga

Calciomercato Roma e Lazio, salta Botheim

Salta l’affare Botheim. Un problema soprattutto per la squadra di Sarri. Che con l’assenza di Immobile, va in difficoltà. Certo, l’attaccante è mancato nelle ultime due uscite e sono arrivate altrettante vittorie, ma il tecnico toscano ha deciso di giocare con un falso nove, non prendendo in considerazione nemmeno l’ipotesi Muriqi. Ecco, essendo lui in uscita, allora alla Lazio servirebbe sicuramente un vice Immobile.

Poco male, invece, per lo Special One. Che ieri ha trovato anche il gol di Shomurodov dopo quello di Zaniolo contro l’Atalanta nella sfida di campionato precedente. E con Abraham che ormai sembra essersi sbloccato, allora di problemi sulla prima linea il portoghese ne dovrebbe avere un poco di meno. Soprattutto pensando che, all’inizio dell’anno, ritornerà disponibile anche Pellegrini. Che sì non è un attaccante, ma che riesce a trovare la porta con facilità e continuità.