Berrettini non passa l’esame: “Meglio cambiare qualcosa”

Berrettini
©Getty Images

Berrettini ricomincerà ad allenarsi tra pochi giorni. Ma, nel frattempo, c’è qualcuno che storce il naso di fronte al suo modo di giocare. 

Matteo Berrettini dovrebbe tornare in campo già a gennaio. La lesione che si sospettava ci fosse, per fortuna, non c’è. A giorni, forse tra meno di una settimana, potrà ricominciare ad allenarsi e a lavorare sodo in vista della prossima stagione. Alla quale, dopo quello che è successo, certamente arriverà agguerritissimo.

Leggi anche: Sinner e quello strano “rumore”: è rimasto a bocca aperta

Ha perso due bellissime occasioni, a causa dell’infortunio rimediato durante quella fatidica partita contro Alexander Zverev. Quella di proseguire il percorso alle Finals, ma anche quella di prendere parte alla Coppa Davis. Ma tant’è: nello sport non c’è tempo per guardarsi indietro, bisogna guardare sempre e comunque in prospettiva.

E c’è qualcuno che, a proposito del futuro del campione romano, pensa che sia assolutamente necessario cambiare qualcosa. A pensarlo è Nicola Pietrangeli, ex gloria del tennis azzurro, che è stato presenza fissa al Pala Alpitour sin dal primo match delle Nitto Atp Finals 2021.

Berrettini non convince Pietrangeli: ecco perché

Atp Finals
Berrettini ©️LaPresse

Il tennista che tante volte ha fatto sognare gli italiani ha promosso a pieni voti Jannik Sinner, che a sentir lui è destinato ad arrivare ben presto sul podio del ranking Atp. Ha invece bocciato, o comunque ammesso solo con riserva, per dirla in gergo studentesco, Matteo Berrettini.

Nell’intervista rilasciata a Ubitennis ha rivelato di non essere propriamente un suo fan. Pietrangeli sembrerebbe non apprezzare, infatti, il suo modo di giocare. Con particolare riferimento, dice, al fatto che tenda ad impostare tutto o quasi sul suo servizio, notoriamente potentissimo.

“Il romano basa gran parte del gioco sul suo primo colpo – ha riferito l’ex campione del tennis italiano – e quando non funziona, per gli avversari è tutto più facile. Inoltre il fastidio che lo ha estromesso dalla Atp Finals dipende anche dalla sua battuta, forse è meglio cambiare qualcosa.”