Donnarumma, l’attacco frontale fa discutere | A ridere è solo Raiola

donnarumma
Donnarumma ©️LaPresse

Donnarumma, l’attacco frontale fa discutere. E anche i tifosi sono contenti del momento. A ridere quindi è solamente Mino Raiola, al momento

Un attacco frontale al momento di Donnarumma. Forte. Con la certezza che al momento il vero affare lo ha fatto realmente Mino Raiola, il procuratore, che si è messo in tasca una buona commissione per il trasferimento a parametro zero e che rimane tranquillo che il suo assistito, al Psg, presto si prenderà il posto da titolare scalzando Keylor Navas che al momento ha più presenze dell’italiano.

La Gazzetta dello Sport questa mattina in edicola dedica un pezzo sulla situazione di Donnarumma che nei giorni scorsi ha iniziato a tirare fuori la questione spiegando che, un momento del genere, non lo aveva mai vissuto. Credeva il portiere azzurro di essere subito titolare: ma così non è stato, con Pochettino che lo ha alternato al costaricano dando più spazio all’ex Real Madrid. “Ma presto dovrò prendere una decisione” ha detto il tecnico argentino e, secondo il quotidiano rosa, anche Roberto Mancini spera che tutto si possa risolvere. Anche perché, l’uscita a vuoto contro l’Irlanda del Nord – salvataggio di Bonucci sulla linea – è un segnale da non sottovalutare: comincia, Donnarumma, ad essere meno sicuro di qualche mese fa. E tutto dipende dal fatto che giochi con il contagocce, su questi ci sono pochi dubbi.

LEGGI ANCHE: Sinner e quella ferita ancora aperta: le rivelazioni del suo allenatore

Donnarumma, a ridere è solo Raiola

Raiola ©️LaPresse

E chi ride al momento? Il solo Mino Raiola, che ieri ha parlato del suo assistito convinto del fatto che presto si prenderà la porta del Psg e non la mollerà più. Certo, c’è da dire anche che Navas sarebbe appoggiato dentro lo spogliatoio da Messi e dagli altri sudamericani, oltre che da Sergio Ramos: con il difensore ha vinto tre Champions League con il Real Madrid risultando determinate. Non un momento semplice, insomma, per il portierone azzurro.

E in tutto questo c’è anche il “godimento” dei tifosi del Milan che non hanno mai perdonato il fatto di aver lasciato il rossonero, soprattutto andando via a parametro zero quando Maldini, con il suo cartellino, avrebbe potuto fare un bel po’ di milioni. Ma, in generale, appare eccessivo l’attacco della Gazzetta. Donnarumma, alla fine, quando chiamato in causa ha sempre fatto bene. Parando anche un rigore contro il Lipsia. E la maglia da titolare è pronto davvero a indossarla e non lasciarla più.