Berrettini sale in cattedra: Cicerone per un giorno tra le strade di Torino

Berrettini
©Getty Images

Berrettini fa da Cicerone agli altri 7 Maestri delle Nitto Atp Finals: ecco cosa ha improvvisato per loro tra le strade di Torino. 

Non capita tutti i giorni di vedere otto giganti passare e spassare per le strade di una città. Era perciò ampiamente prevedibile che andasse a finire così, con una Torino totalmente focalizzata sull’evento che, per una settimana, attirerà nel capoluogo piemontese tifosi provenienti da ogni parte del mondo.

Leggi anche: Berrettini e Sinner rivali? Il particolare che spiazza i tifosi lo rivela Matteo

C’è da dire anche che i campioni convocati alle Nitto Atp Finals non hanno fatto nulla per passare inosservati. Ieri si sono concessi un tour in centro, alla scoperta delle innumerevoli meraviglie che questo gioiello tutto italiano ha da offrire ai suoi turisti. E lo hanno fatto, per la verità, con una guida d’eccezione.

Tra una ripresa e l’altra, tra un selfie e uno scatto di gruppo, hanno avuto anche il tempo di studiare un po’ di storia e di scoprire, così, tutti i segreti di Torino. Grazie, appunto, ad un Cicerone preparatissimo che ha saputo raccontare a Djokovic & company i passaggi più salienti del suo passato glorioso.

Berrettini dà lezioni di storia ai Maestri delle Finals

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nitto ATP Finals (@nittoatpfinals)

Quel Cicerone era nientepopodimeno che Matteo Berrettini. Gioca in casa, il bel campione romano, motivo per il quale ne ha approfittato per erudire i suoi rivali circa la storia del Bel Paese. E un filmato, pubblicato sul canale Instagram delle Nitto Atp Finals 2021, ci mostra come sono andate le cose.

A giudicare dal video, il numero 7 del mondo ha saputo calarsi perfettamente in questo ruolo per lui inedito. Lo si sente difatti raccontare, in un inglese perfetto e comprensibile da tutti i presednti, i passaggi salienti della spedizione dei Mille.

Djokovic, Medvedev, Zverev, Tsitsipas, Rublev, Hurkacz e Ruud sembravano interessatissimi a questa lezione di storia in piazza San Carlo. Tant’è che, alla fine della spiegazione, ne hanno approfittato per ringraziare Matteo Berrettini per questo piccolo fuori programma alla vigilia del torneo dei Maestri.