Eriksen, voglia di tornare | Le due destinazioni per il 2022

Eriksen
Eriksen, ha voglia di tornare ©️LaPresse

Eriksen, c’è voglia di tornare in campo. Il danese pronto a rimettersi gli scarpini. Per la gioia di tutti. Le destinazioni per il 2022

Con oggi sono 5 mesi, esatti, da quel pomeriggio che ha scosso i tifosi di tutto il Mondo. Quelle immagini resteranno per sempre nella mente di tutti, un’istantanea difficile da cancellare. Ma adesso il peggio è passato, gli esami sono ok, ed Eirksen spera di tornare in campo il prossimo anno. Non in Italia, però, qui le regole sono chiare e sarà difficile per l’interista mettersi sotto i tacchetti i campi della Serie A.

E’ di nuovo in Danimarca adesso il danese. Dopo aver passato un po’ di giorni in Lombardia, accolto da Simone Inzaghi e dai suoi compagni di squadra. Nella sua Terra, a Odense, ha ripreso ad allenarsi: ovviamente ritmi blandi. Un lavoro per non perdere del tutto il tono muscolare, cosa che qui da noi non avrebbe mai potuto fare, nemmeno in una semplice palestra che richiede un certificato medico. I controlli, come detto, stanno tutti andando per il verso giusto: non c’è traccia di come sia potuto succedere quello che è successo. L’arresto cardiaco però c’è stato. Tutti lo ricordiamo. E allora meglio non forzare in nessun modo i tempi. Giusto così, obbligatorio così. Non c’è nessun motivo per rischiare.

LEGGI ANCHE: Alja Tomljanovic, Berrettini è cambiato | “A un certo punto devi mollare”

Eriksen, le destinazioni per il 2022

Calciomercato Inter
Christian Eriksen @Getty Images

Però la voglia di tornare c’è, eccome. Anche perché Eriksen non ha nessuna intenzione di chiudere la carriera lasciando a tutti quell’immagine: i suoi compagni stretti a cerchio per nascondere un momento terribile. Ecco, non è difficile nemmeno dargli torto. Ma dove può andare? Le possibili destinazioni sono due: in Olanda, all’Ajax, oppure in Danimarca, appunto all’Odense, spiega la Gazzetta dello Sport questa mattina. Ma nessun passo in avanti verrà fatto.

C’è da “gustarsi” anche questa rinascita. Perché di questo si tratta: una vera e propria resurrezione. Accanto alla moglie e alla sua famiglia, che hanno vissuto degli attimi che nemmeno al peggior nemico si possono augurare. Il momento duro però è alle spalle. E se in mente c’è un ritorno, allora è davvero finita, o quasi.