Calciomercato Roma, colpo in Bundesliga | Il super scambio è servito

Pinto ©Getty Images

Calciomercato Roma, affare in Bundesliga: idea super scambio per accontentare Mou: il centrocampista può arrivare così.

Le prime uscite stagionali della Roma di José Mourinho hanno evidenziato la crescita di un centrocampo che nell’economia della manovra giallorossa ricopre un ruolo assolutamente determinante. Tuttavia, come ricordato dallo stesso José Mourinho, la “coperta” è corta, e i ricambi non soddisfano al 100% lo Special One; ecco perché Tiago Pinto starebbe spingendo sull’acceleratore per velocizzare l’acquisto di un mediano da consegnare al proprio allenatore nel più breve tempo possibile.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus, bomba Vlahovic | La posizione di Morata

Sul taccuino del gm giallorosso spicca a caratteri cubitali il nome di Denis Zakaria, che la Roma aveva già seguito la scorsa estate, salvo poi vedersi costretta a tirare i remi in barca, visto l’ostracismo del Borussia Mönchengladbach a venire incontro alla richieste dei giallorossi, ad un anno dalla naturale scadenza del contratto del centrocampista elvetico, a cui non dispiacerebbe affatto cambiare aria, anzi.

Calciomercato Roma, scambio per Zakaria: Diawara sul piatto?

Zakaria ©️Getty Images

Come riferito da Sky, la Roma prepara l’assalto per Zakaria già per il mercato di gennaio: Pinto proverà ad inserire qualche bonus per ammorbidire la posizione del Borussia, oppure potrebbe proporre di inserire qualche contropartita per azzerare del tutto l’esborso cash. Ma chi potrebbe essere, eventualmente, la pedina sacrificabile? L’indiziato principale ci sembra rispondere al profilo di Diawara, che Mou ha inserito nella lista dei sacrificabili, come dimostra la volontà della Roma di liberarsene già la scorsa estate, quando il diretto interessato decise di rifiutare clamorosamente la proposta del Wolverhampton. Duttile, dinamico, fisico: caratteristiche, quelle dell’ex Bologna, che si sposerebbero bene con un campionato muscolare come quello tedesco, fermo restando che difficilmente Pinto accetterà offerte inferiori ai 10 milioni di euro per lasciarlo partire.