Calciomercato Juventus, futuro CR7: non solo PSG, le quote aprono nuovi scenari

Calciomercato Juventus
Allegri ©️Getty Images

Calciomercato Juventus, non c’è solamente il Psg: le quote dei bookmaker aprono nuovi scenari. Un futuro ancora tutto da scrivere

Non solo il Psg: ci sarebbe anche un altro top club europeo che potrebbe decidere di virare su Cristiano Ronaldo per cercare di vincere la Champions League. Il futuro del portoghese è tutt’altro che deciso, e secondo i bookmaker ci sarebbe la possibilità di un clamoroso ritorno in Premier League. Ma non al Manchester United, ma nell’altra squadra della città inglese, il City.

Pep Guardiola, che nella passata stagione è andato vicino e molto a vincere la prima Champions League lontano dal Barcellona, ha immediatamente detto che l’obiettivo sarebbe stato riprovarci subito. Ma le partenze di questa estate, soprattutto in attacco, devono essere coperte. Aguero se n’è andato. Gabriel Jesus è in uscita perché vuole giocare di più. E allora nel mirino, oltre che Kane, ci sarebbe anche CR7: il futuro del portoghese è tutt’altro che deciso.

LEGGI ANCHE: DAZN, scoppia la polemica anti-Juventus: “prostituzione intellettuale”

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, Ronaldo al Psg: l’idea scambio diventa sempre più reale

Calciomercato Juventus, anche il City su Ronaldo

Calciomercato Juventus
Cristiano Ronaldo ©️Getty Images

Arrivare al centravanti del Tottenham è assai difficile: Paratici sembrerebbe non accontentarsi di un’offerta di 100 milioni di euro fatta recapitare. E allora chi meglio di Cristiano Ronaldo per cercare di portare a casa il trofeo? Forse solamente Messi, che con Guardiola ha già lavorato ma che ha rinnovato per i prossimi 5 anni con il Barcellona.

La pista City comunque rimane da seguire. Anche perché la quota dei bookmaker per un’operazione che sembrava davvero impensabile è molto molto bassa. Qualcosa si muove quindi. Qualcosa che potrebbe cambiare le strategie di mercato della Juventus che, nel caso, sarebbe costretta ad andare alla ricerca di un sostituto. Magari anche quel Gabriel Jesus che ha richiesto più spazio ma che non sarà felice della risposta di Guardiola, che preferisce cederlo.