Italia-Spagna, lady Morata furiosa su Instagram: cosa sta succedendo

Italia-Spagna
(Instagram)

Italia-Spagna, i tifosi italiani bombardano la moglie di Alvaro Morata con messaggi violenti ed offensivi: ecco come ha reagito lei. 

Diciamoci la verità: il gol di Morata all’80esimo ci ha fatto sudare freddo. Sarebbe stato un vero peccato, d’altro canto, vedere sfumare la possibilità arrivare in finale, dopo lo splendido cammino degli uomini di Mancini in questi indimenticabili Euro 2020.

Leggi anche: Marchisio fa colpo, un giornalista inglese lo corteggia sui social

Per quanto “fastidiosa” possa essere stata la rete di Morata agli occhi dei tifosi degli azzurri, non è però assolutamente giustificabile quello che è accaduto durante e dopo Italia-Spagna. A raccontarlo, con tanto di screenshot come prova schiacciante, è stata Alice Campello, la dolce metà dell’attaccante spagnolo.

La moglie del numero 9 della Juventus ha pubblicato su Instagram alcune stories contenenti i messaggi ricevuti in direct dopo il gol del marito. Messaggi agghiaccianti, inviatigli da tifosi italiani, che vanno ben oltre quello che dovrebbe essere, almeno in teoria, lo spirito del gioco del calcio.

Lo sfogo di Alice Campello dopo Italia-Spagna

Italia-Spagna
(https://www.instagram.com/alicecampello)

Alcuni di essi sono davvero irripetibili. Si tratta non solo di improperi ed offese gratuite, ma addirittura di minacce belle e buone. Qualcuno si augura che ai figli della coppia venga un infarto, oppure il cancro, che è lo stesso “augurio” che rivolgono all’autore del gol dell’1-1 di ieri sera.

Qualcun altro invita la Campello a non pubblicare nulla che alluda al gol, “se no vengo a casa tua e ti brucio in diretta Instagram”. Sono messaggi di una violenza inaudita, insomma, quelli che lady Morata si è vista recapitare nella casella di posta privata del suo profilo pubblico.

Minacce e malauguri che nulla hanno a che vedere col calcio, come lei stessa sottolinea nell’ultima storia. Dopo la carrellata di screenshot, Alice ha infatti voluto dire la sua in merito in questo modo: “Sinceramente non sto soffrendo per nessuno di questi messaggi – scrive – Non penso nemmeno che sia un fattore di “italiani”, ma di ignoranza. Penso però che se fosse successo a una ragazza più fragile sarebbe stato un problema. Ricordiamoci che è uno sport per unire e non per sfogare le nostre frustrazioni. Spero davvero che in futuro – conclude – si possano prendere provvedimenti seri per questo tipo di persone, perché è vergognoso e inaccettabile”.