Tour de France, seconda caduta di gruppo: stavolta è un tifoso a finire travolto

Tour de France
(©Getty Images)

Tour de France, corridori di nuovo a terra. Ecco cosa ha causato la seconda caduta di gruppo nella prima tappa.

Che il Tour de France potesse regalarci emozioni a iosa ce lo aspettavamo. È sempre così, del resto. Quel che nessuno avrebbe mai potuto immaginare, invece, è che durante l’attesissimo evento potessero verificarsi, a distanza peraltro molto ravvicinata, due “intoppi” di tale portata.

Leggi anche: Tour de France, maxi caduta nella prima tappa: colpa di una tifosa – VIDEO

Nel corso della prima tappa, sessanta corridori circa sono caduti a terra. Per colpa, come si evince dal video, di una tifosa. La donna avrebbe scatenato la caduta di gruppo quando, per farsi inquadrare dalle telecamere, ha esposto un cartellone.

Il primo a perdere l’equilibrio è stato Martin. Dopodiché, a raffica, si sono ritrovati sull’asfalto molti altri corridori. La maggior parte di essi è ripartita quasi subito, ma qualcuno, come Peter Sagan, ha accusato il colpo. Non potrà dare il meglio di sé, dunque, nella tappa odierna, sebbene fosse uno dei più quotati per la vittoria.

Tour de France, la tappa si conclude tra le cadute

Era impossibile immaginare che, appena qualche istante più tardi, il pubblico avrebbe assistito ad un bis di questa terribile caduta. E invece, per quanto le possibilità che riaccadesse fossero davvero basse, è successo di nuovo.

Un altro gruppo di corridori, anch’esso piuttosto nutrito, è rovinato a terra durante questa prima, e a quanto pare non proprio fortunatissima, tappa. La seconda caduta di gruppo, al contrario della prima, non è stata causata da un tifoso. Uno dei partecipanti sarebbe scivolato e, data la velocità, tutti gli altri non avrebbero avuto il tempo di cambiare traiettoria. Anche un tifoso è stato stravolto.

Tra i corridori coinvolti in questa seconda e inaspettata caduta c’è anche Froome. Alla fine, tra uno scivolone e l’altro, la tappa si è comunque conclusa nel migliore dei modi. Ad avere la meglio è stato il campione del mondo, il francese Alaphilippe che è scattato a pochi chilometri dal traguardo aggiudicandosi la prima maglia gialla.