Tour de France al via: diretta tv, streaming e pronostici vincente

Tour de france
Roglic @getty images

Tour de France al via: diretta tv, streaming e pronostici vincente per la corsa più importante per un ciclista

Ventuno tappe. Le più importanti per un ciclista. Perché vuoi o non vuoi, il Tour de France, è la corsa più seguita al Mondo. Si potrebbe paragonare al Mondiale per un calciatore. Perché chi indossa la maglia gialla a Parigi entra di diritto nella storia di questo spot. Si parte, quindi: il Tour del 2021 prende il via oggi da Brest, in Bretagna. Si comincia prima per poi lasciare spazio alle Olimpiadi. Una decisione corretta, anche perché al via ci saranno diversi corridori che poi saranno impegnati a Tokyo.

L’organizzazione, quest’anno, ha deciso per un percorso leggermente diverso. Meno salite, molte più cronometro. Ma poco cambia, perché i favoriti sono sempre gli stessi. Ah, c’è anche da dire una cosa: per la prima volta verrà scalato per due volte il Mont Ventoux: una delle salite più dure di tutte le grandi corse a tappe. Ci sarà sicuramente da divertirsi.

LEGGI ANCHE: I pronostici di calcio di sabato 26 giugno: Euro 2020, MLS

Tour de France, dove vederlo in tv e in streaming

Il Tour @getty

La copertura, come al solito, per la Grand Boucle sarà totale. Tutte le tappe del Tour de France 2021 saranno visibili in diretta nel primo pomeriggio (sempre attorno alle ore 14) su Rai 2. Il collegamento inizierà però prima su RaiSport, canale 57 del digitale terrestre.

Ovviamente anche Eurosport seguirà tutte le fasi della corsa.

In streaming ci sarà la possibilità di vedere il Tour su RaiPlay, Eurosport Player, Sky Go, Dazn e Discovery +.

I pronostici per il Tour

Sono due i favoriti: entrambi sloveni. Uno giovanissimo, l’altro un po’ attempato, ma non per questo meno forte. Tadej Pogacar, che la corsa l’ha vinta l’anno scorso, e Primoz Roglic, beffato proprio dal connazionale meno di un anno fa. Saranno loro a contendersi la maglia gialla.

Ma le loro non sono le squadre più forti. Perché al Tour ci sarà anche Ineos Grenadiers, che porterà gli uomini migliori: Carapaz, Geoghegan Hart (che ha vinto il Giro nel 2020), Richie Porte e Geraint Thomas. L’outsider della corsa potrebbe essere il francese Alaphilippe.

Le uniche aspettative italiane sono per Vincenzo Nibali. Ma nemmeno tante. Lo Squalo dello Stretto, che nella sua carriera ha comunque vinto la corsa più importante per un ciclista, sarà al via. Ma ha già detto che in caso di chiamata per le Olimpiadi è pronto a lasciare. Il siciliano viene comunque da un infortunio al polso e, al Giro D’Italia ha dimostrato di non vivere un momento straordinario. Ma dall’Italia fanno tutti il tifo per lui.

Il favoritissimo, comunque, è Pogacar.