Ucraina-Macedonia, Olga Kalenchuk tifa dall’Italia: sorpresa e dedica ai tifosi azzurri

Ucraina-Macedonia
(Instagram)

Ucraina-Macedonia, Olga Kalenchuk confessa su Instagram il suo amore per il Bel Paese. Ecco cosa ha scritto sul social network.

Non è italiana. Eppure, ormai, è come se lo fosse. Soprattutto dopo la dichiarazione d’amore al Bel Paese che ha fatto, sotto gli occhi vigili dei suoi numerosissimi follower, dall’alto del suo profilo Instagram. Non v’è dubbio, allora, sul fatto che lo Stivale abbia ora una cittadina ad honorem in più: la bella, bellissima, Olga Kalenchuk.

Leggi anche: Anna Falchi, i suoi fan tifano Lazio: chi la segue sui social capirà il perché

La giornalista ha pubblicato, poche ore fa, un post interamente dedicato alla Capitale. Alla città, cioè, nella quale ha trascorso gli ultimi giorni, in attesa di Ucraina-Macedonia, e della quale, a quanto pare, si sarebbe follemente innamorata. Tanto da scrivere sul social network alcune parole davvero molto belle che hanno lusingato, e non poco, i suoi fan italiani.

“Quante emozioni mi ha dato questa città! Sono molto felice – ha scritto la star di  Shakhtar tv – di essere venuta qui durante l’Euro e aver visto la partita con voi, miei tifosi italiani. Avete l’amore per il calcio nel sangue”.

Ucraina-Macedonia, Olga Kalenchuk di nuovo in Italia


Che gli italiani siano pazzi di lei, tanto quanto lei lo è del Bel Paese, era chiaro già da un po’. Ogni volta che la Diletta Leotta dell’Europa dell’Est ha fatto tappa qui, infatti, è stato un successo senza precedenti. Il perché è presto detto. E se così non fosse, sarebbe sufficiente dare un’occhiata al suo streaming fotografico, per prenderne atto.

La Kalenchuk è una donna di una bellezza semplicemente straordinaria. “Sono molto grata a tutti voi – ha scritto ancora nel suo post dedicato a Roma e agli italiani – per le parole e gli auguri. Ovunque a Roma mi avete riconosciuta in strada, mi avete chiesto di scattare foto e mi avete fatto i regali. Prometto che li salverò tutti, perché hanno un valore importante per me”.

Non ci stupisce affatto neanche che i suoi saluti si concludano con una “confessione”: “A Fontana di Trevi, secondo la tradizione, ho espresso 3 desideri. Come dice la leggenda, devo ritornare alla fontana per farli avverare. Quindi a presto, Italia!”