Inghilterra-Croazia: formazioni ufficiali, tv, pronostici marcatori, tiri, falli

pronostici
Harry Kane in azione con la maglia dell'Inghilterra (Getty Images)

Inghilterra-Croazia si gioca al Wembley Stadium di Londra e apre il programma del gruppo D di Euro 2020: formazioni ufficiali e diretta tv.

La sfida Inghilterra-Croazia, in programma al Wembley Stadium di Londra, apre il calendario del gruppo D di Euro 2020. Si tratta immediatamente di un match importante per la leadership all’interno del girone, visto che mette di fronte le due squadre più forti: Repubblica Ceca e Scozia, infatti, appaiono meno competitive. Inoltre, questa rappresenta la riedizione dell’intensissima semifinale disputata ai Mondiali del 2018, vinta da Luka Modric e compagni ai tempi supplementari.

L’Inghilterra vanta un solo grande trionfo: quello ai Mondiali del 1966. In questa competizione continentale, cercherà di conquistare un nuovo trofeo. Gareth Southgate, in carica dal 2016 nel ruolo di commissario tecnico, sta svolgendo un ottimo lavoro: dopo aver guidato la nazionale dei Tre Leoni verso il quarto posto nella rassegna iridata di tre anni fa, ha continuato a plasmare un gruppo molto interessante. L’assenza di un portiere all’altezza della situazione rimane un problema: tra i calciatori di movimento, però, il tasso di qualità è davvero notevole. L’elenco dei convocati comprende, tra gli altri, Harry Kane, Marcus Rashford, Jadon Sancho, Raheem Sterling, Mason Mount, Phil Foden e Dominic Calvert-Lewin.

Dopo aver puntato a lungo su una difesa a tre, Southgate ha deciso di virare su un più propositivo 4-3-3, modulo in grado di esaltare le caratteristiche degli elementi offensivi.

L’assenza di Trent Alexander-Arnold, però, potrebbe rivelarsi pesante: il bravissimo terzino destro del Liverpool si è infortunato a pochi giorni dal via di questi Campionati Europei. Anche Harry Maguire e Jordan Henderson, oltretutto, non sono in condizioni fisiche ottimali.

Leggi anche: Euro 2020, capocannoniere squadra per squadra: i pronostici sui gruppi C e D

Inghilterra-Croazia: formazioni ufficiali, tv, pronostici marcatori, tiri, falli

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; Walker, Mings, Stones, Trippier; Rice, Phillips; Foden, Mount, Sterling; Kane.
CROAZIA (4-1-4-1): Livakovic; Vrsaljko, Caleta-Car, Vida, Gvardiol; Brozovic; Kramaric, Modric, Kovacic, Perisic; Rebic.

Come possibile marcatore occhio agli inserimenti del centrocampista offensivo del Manchester City Foden, protagonista di un’annata strepitosa agli ordini di Guardiola. Stavolta Kane, che dovrà fare i conti con le marcature di Caleta-Car e Vida, potrebbe distinguersi nel ruolo di assist man. Ne ha fatto uno nelle ultime due partite, cinque nelle qualificazioni a Euro 2020 e anche nell’ultimo precedente con la Croazia.

Nella Croazia sarà Kramaric il più pericoloso negli inserimenti e quello che dovrebbe effettuare più tiri in porta della sua nazionale. Per quanto riguarda i falli, occhio a Brozovic che nello schieramento 4-1-4-1 rischierà di trovarsi scoperto a protezione della difesa, con maggiori possibilità di ricorrere al fallo tattico. Walker inoltre dovrebbe ricorrere alle cattive per tenere a bada Perisic.

La situazione della Croazia

Luka Modric (Getty Images)

In occasione dei Mondiali russi del 2018, la Croazia ha stupito tutti: è stata protagonista di un cammino meraviglioso e si è fermata in finale soltanto di fronte alla fortissima Francia. Poi, invece, ha iniziato ad avere qualche problema. La pesantissima sconfitta per 6-0 subita in Nations League contro la Spagna in quello stesso anno ha rappresentato un primo campanello d’allarme, seguito da una lunga serie di risultati altalenanti.

Il talento, comunque, continua a non mancare alla selezione allenata da Zlatko Dalic, capace di affidarsi alle enormi doti tecniche del sopracitato Modric, nonché alle giocate di Ante Rebic, Ivan Perisic, Mateo Kovacic, Marcelo Brozovic, Nikola Vlasic, Andrej Kramaric e Josip Brekalo. Da centrocampo in su, quindi, le opzioni di alto livello sono numerose.

Se dovesse ritrovare concentrazione e continuità, insomma, la Croazia potrebbe nuovamente esaltarsi in una manifestazione importante.