Calciomercato Serie B, Caserta darà il via al valzer delle panchine

FeralpiSalò-Perugia
Fabio Caserta (getty images)

Calciomercato Serie B, Caserta blocca il valzer delle panchine. Perugia e Benevento, ma anche altri due club, dipendono dalla sua scelta.

Fabio Caserta tiene in scacco mezza Serie B. Il valzer delle panchine, infatti, non riesce a suonare l’ultima nota se prima l’allenatore più ambito non sceglierà la propria destinazione. Il Benevento aspetta una risposta praticamente da una settimana e il presidente Vigorito inizia a spazientirsi. Sul Sannio hanno intenzione di dare vita ad un nuovo ciclo, tanto da aver levato le castagne dal fuoco al trainer. Ha detto che c’è l’intenzione di costruire un nuovo periodo florido come fatto con Inzaghi (ufficiale a Brescia) e di non avere l’assillo della vittoria. Parole importanti che levano pressione e che spianano la strada a chiunque si accomoderà sulla panchina del Santa Colomba.

LEGGI ANCHE: Marvin Vettori sconfitto, Adesanya lo prende in giro durante il duello – VIDEO

Caserta, week-end di riflessione

FeralpiSalò-Perugia
Fabio Caserta (getty images)

Caserta ha vinto brillantemente la Serie C con il Perugia che dal canto suo vuole trattenerlo. Dinanzi all’idea di un top-club di categoria come il Benevento, però, liberebbe il suo condottiero. Però anche in Umbria pretendono una risposta in tempi rapidi per organizzare nel dettaglio il futuro dei grifoni. Hanno in serbo già il nome del sostituto, quel Massimliano Alvini che non è riuscito a compiere un miracolo con la Reggiana. Reggiana che al piano di sotto è ripartita da un tecnico in ascesa come Diana. Per la panchina del Curi si fa anche il nome di Giuseppe Scienza, ma è la pista con meno possiblità di essere battute.

LEGGI ANCHE: Roland Garros, vince la Krejcikova: dedica alla famosa maestra che non c’è più

Calciomercato Serie B, la situazione globale

Spal-Cremonese
Rastelli (getty)

Anche la Spal non ha scelto il proprio allenatore. Il problema è relativo ai cambi societari che sono in atto: il mercato è quindi bloccato. Nel caso di una permanenza dell’attuale management Rastelli potrebbe strappare la riconforma. Anche al Chievo sono in alto mare: la priorità è vendere per poter completare senza problemi l’iscrizione al campionato. Conferme e caso Caserta a parte, ha già cambiato il Crotone con Modesto. Inoltre Baroni, Stroppa e Maresca si sono accasati rispettivamente a Lecce, Monza e Parma. Operazione da libro cuore per Aglietti a Reggio Calabria, ma attenzione al Cittadella. Dopo 6 anni può chiudersi l’era Venturato.