Graduatorie personale ATA, la sospirata data di pubblicazione è arrivata

Graduatorie personale ATA
(Pixabay)

Graduatorie personale ATA, ci siamo. Il Miur ha comunicato agli uffici scolastici regionali la data di pubblicazione. 

“Quando escono le graduatorie ATA?” è senz’altro una delle domande più ricorrenti di questo ultimo periodo. Oltre 2 milioni di italiani hanno inoltrato, tra marzo ed aprile, la domanda di inserimento nella terza fascia. E tutti sono ancora in attesa di scoprire se la loro istanza sia stata accettata o meno.

Leggi anche: RockYou21, scopri se la tua password è finita nella rete degli hacker

Valutare un così elevato numero di candidature non è certo un gioco da ragazzi, anzi. Si tratta di un’operazione che richiede molto tempo, ragion per cui è perfettamente normale che le graduatorie ATA non siano ancora state pubblicate dal Ministero dell’Istruzione.

Nelle scorse ore, tuttavia, il Miur si è finalmente “sbottonato”, annunciando la data in cui, finalmente, tutti gli aspiranti componenti del personale ATA conosceranno le loro sorti. Lo ha fatto sapere, il 10 giugno, con una nota inviata agli Uffici scolastici regionali sparsi sul territorio italiano.

Graduatorie personale Ata, a luglio le provvisorie

Graduatorie personale ATA
(Getty Images)

Ora sappiamo, quindi, che la pubblicazione delle graduatorie ATA di terza fascia è prevista per il prossimo 8 luglio. Prima toccherà, ovviamente, a quelle provvisorie. Per quelle definitive bisognerà poi pazientare qualche altro giorno. Potrebbe volerci, presumibilmente, il mese di agosto, ammesso che tutto vada per il verso giusto.

L’iter è piuttosto farraginoso. Le segreterie dei vari istituti scolastici dovranno prenotare le graduatorie provvisorie tra l’8 ed il 15 luglio e, una volta ottenuto l’accesso alle funzioni online, potranno pubblicarle. A partire dal 16 luglio, poi, dovranno seguire la stessa procedura per prenotare quelle più attese: le definitive.

Queste ultime si potranno iniziare ad elaborare dal prossimo 31 luglio, in tempo utile per renderle pubbliche, si presume, nei primi giorni di agosto. Gli eventuali ricorsi, dunque, dovranno essere presentati entro l’ultimo giorno del mese di luglio.