Sale giochi, scommesse e bingo, oggi si riparte in queste regioni: il calendario completo

Sale giochi
(Getty Images)

Sale giochi, scommesse e bingo, altre 1800 attività sono pronte a riaprire i battenti. Ecco in quali regioni possono ripartire da oggi. 

La scorsa settimana è toccata al Friuli, al Molise e alla Sardegna. Sono state queste tre regioni le prime a rientrare, dopo tanto tempo, in zona bianca, conquistando qualche altra piccola libertà che, per diverso tempo, ci è stata negata per cause di forza maggiore.

Leggi anche: Diletta Leotta meglio di un tour operator: le sue stories fanno sognare una regione intera

Anche Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto si tingono, a partire da oggi, di bianco. Questo significa che altre 1800 attività legate al gioco pubblico, dopo quelle che lo hanno già fatto nella prima settimana di giugno, potranno finalmente riaprire i battenti dopo 330 giorni di chiusura.

Altre 200 attività dello stesso tipo, invece, come riferisce Agimeg, non riusciranno a ripartire dopo questo stop così lungo ed inaspettato. Perché, spesso lo si dimentica, la pandemia ha messo a dura prova non solo ristoranti, palestre e attività commerciali, ma anche sale bingo, sale scommesse e sale giochi.

Dove riapriranno sale giochi, scommesse e bingo

Sale scommesse e bingo
(Getty Images)

Nei giorni a seguire, poi, il settore in questione potrà ripartire in molte altre regioni in cui la curva dei contagi pare essere sotto controllo. Sarà sempre la cabina di regia a dire l’ultima parola in proposito, ma è ormai quasi certo che altre 6 regioni entreranno in zona bianca a partire dal prossimo 14 giugno.

Si tratta di Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Provincia Autonoma di Trento, Piemonte e Puglia. Anche per loro, quindi, si profila all’orizzonte la riapertura delle attività legate al gioco pubblico, per la gioia di tutti gli italiani che ne hanno sentito la mancanza in questi lunghi mesi di chiusura forzata.

Potrebbe volerci il 21 giugno, infine, per quelle regioni la cui incidenza, nell’ultima cabina di regia, è risultata superiore a 50. Si tratta di Calabria, Campania, Marche, Sicilia, Toscana, Val d’Aosta, Basilicata e Provincia Autonoma di Bolzano. In questi territori, bisognerà attendere ancora un po’ prima che sale scommesse, sale bingo e sale giochi possano finalmente riaprire i battenti. L’ultima a tingersi di bianco sarà, il 28 giugno, la Valle D’Aosta.