Qualificazioni Mondiali 2022: i pronostici sui marcatori | 25 marzo

qualificazioni mondiali
Serge Gnabry (Getty Images)

Qualificazioni Mondiali 2022: i pronostici sui marcatori. Una volta note le formazioni ufficiali ecco i frombolieri da tenere d’occhio nelle partite in programma nella serata di giovedì 25 marzo.

I riflettori saranno tutti puntati su Zlatan Ibrahimovic che tornerà a giocare con la nazionale svedese. Il talento nativo di Malmo, che sta vivendo una sorta di seconda giovinezza al Milan, indosserà nuovamente la maglia della Svezia a distanza di quasi cinque anni dall’ultima volta.

Ibrahimovic sarà l’arma in più di una selezione che nel 2020 ha subito una leggera involuzione dopo la brillante qualificazione alla fase finale dei prossimi Europei ma soprattutto dopo il buon Mondiale 2018, conquistato a scapito dell’Italia in un doppio playoff amarissimo per gli azzurri. Di sicuro Ibrahimovic farà di tutto per tornare al gol e contro la modesta Georgia dovrebbe riuscirci.

In Scozia-Austria occhio al talento emergente dello Stoccarda Sasa Kalajdzic che ha segnato otto gol nelle ultime otto partite di Bundesliga. Contro la non trascendentale difesa della Scozia potrebbe coronare il suo magico momento di forma.

Alla goleada di Inghilterra contro San Marino dovrebbe prendere parte anche Calvert-Lewin, il cannoniere dell’Everton di Carlo Ancelotti, che quest’anno in Premier League sta facendo faville.

Qualificazioni Mondiali 2022: gli altri possibili marcatori

Ungheria-Polonia
Robert Lewandoski (Getty Images)

Anche la Germania potrebbe segnare un buon numero di gol contro l’Islanda. Con la maglia della nazionale tedesca un’ottima media gol ce l’ha Serge Gnabry, in lizza per timbrare il cartellino anche stasera.

Ferran Torres, una delle rivelazioni dello strepitoso Manchester City di Pep Guardiola (17 presenze e 2 gol in Premier League) è il candidato numero uno per battere il portiere della Grecia, visto che avrà l’occasione di giocare nel tridente offensivo con Morata e Canales.

Difficile essere originali nella scelta del possibile marcatore quando in campo nella Polonia c’è Robert Lewandowski. La partita contro l’Ungheria potrebbe essere molto equilibrata. E chissà che a deciderla non sia proprio il trentaduenne del Bayern Monaco.