Canone Rai, se possiedi questi requisiti hai diritto a uno sconto

Canone Rai
(Pixabay)

Canone Rai, sconti e rimborsi in arrivo per alcune categorie speciali. Ecco cosa dice in merito il decreto-legge Sostegni del governo Draghi. 

Il dl Sostegni, approvato nei giorni scorsi dal Consiglio dei ministri, ha introdotto diverse misure destinate a imprese e famiglie. Tutte finalizzate, nello specifico, a dar loro un po’ di respiro nel marasma provocato dall’emergenza epidemiologica. Uno degli interventi previsti, in particolar modo, ha a che fare con un’imposta non proprio amatissima dagli italiani.

Leggi anche: Covid, via libera al bonus a fondo perduto: per chi è, come e quando richiederlo

Stiamo parlando del canone Rai, la tassa obbligatoria per chiunque possieda almeno un televisore, o apparecchio abilitato alla visione dei canali tv, all’interno della propria abitazione, esercizio commerciale e così via. La novità contenuta nel dl Sostegni del governo Draghi prevede, nello specifico, un vantaggiosissimo sconto per alcune categorie di utenti.

La misura riguarda, come si evince dal testo del decreto legge, le strutture ricettive e i locali pubblici che somministrano bevande. Chiunque sia titolare di un’attività appartenente a questa categoria commerciale, potrà perciò approfittare di un’opportunità imperdibile.

Canone Rai, sconto o rimborso per queste attività

Canone Rai
(Pixabay)

Il dl Sostegni prevede, per questi esercizi, una riduzione del 30% sul canone Rai. Una misura che, seppur certamente non risolutiva, darà comunque un po’ di sollievo a tutte le strutture gravemente penalizzate dalle misure di contenimento del Covid. Potranno usufruirne bar, pub, alberghi, hotel, ristoranti e locali, inclusi quelli che sono regolarmente aperti per garantire il servizio d’asporto nelle zone arancioni e rosse.

Nel caso in cui i titolari avessero già provveduto al pagamento dell’imposta presso l’Agenzia delle entrate, potranno comunque richiedere un rimborso. Queste nuove misure, naturalmente, non confliggono con quelle precedentemente emanate in materia di esenzione.

Non è costretto a pagare il canone Rai, lo ricordiamo, chi non possiede alcun apparecchio televisivo o audiovisivo, inclusi perciò smartphone, device e dispositivi mobili. Sono esenti anche gli over 75, con reddito annuo massimo di 8mila euro.