Osaka-Brady, finale Australian Open: pronostico, diretta tv, streaming

Australian Open
(Getty Images)

Osaka-Brady, gli addetti ai lavori non hanno dubbi su chi sia la favorita. E anche l’ex tennista italiana, Roberta Vinci, ha un’opinione ben precisa: diretta tv e streaming su internet.

Gli Australian Open sono ormai agli sgoccioli. Oggi sarà la volta della finalissima del tabellone femminile tra la statunitense Jennifer Brady e la giapponese Naomi Osaka. E sono già tutti pronti a scommettere che non ci sarà storia. E che ad aggiudicarsi la vittoria sarà, quasi sicuramente, la tennista nipponica.

Leggi anche: Sci, il grande salto dalle piste a Playboy

Il fatto che sia riuscita nell’impresa di battere Serena Williams ha lasciato tutti di stucco. Oltre, ovviamente, ad averle permesso di raggiungere per la quarta volta, nel corso della sua eccellente carriera, la finale di uno Slam. Gli addetti ai lavori sono quasi tutti dalla sua parte, quindi, convinti che sarà lei ad avere la meglio nel match in programma per oggi.

Osaka-Brady, dove vedere la finale in tv e in streaming

Osaka-Brady
Naomi Osaka (Getty Images)

Eppure, non è ancora detta l’ultima parola. Jennifer Brady sa il fatto suo. Non ha niente da perdere, d’altronde, ragion per cui la gara potrebbe essere molto più equilibrata di quanto si pensi. E per scoprire se sarà davvero così, non resta che sintonizzarsi alle 9.30 su Eurosport 1 per la diretta da Melbourne, oppure su Eurosport Player per il live streaming. La diretta streaming sarà disponibile anche per gli abbonati a DAZN.

Al di là delle congetture, c’è qualcuno che non ha il benché minimo dubbio sulla netta superiorità dell’atleta nipponica. Stiamo parlando di Roberta Vinci, ex tennista italiana, che nell’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport ha chiaramente espresso la sua opinione in merito al match che sarà trasmesso alle 9.30, ora italiana.

Per lei non ci sarà storia e sarà Naomi Osaka a trionfare in questo attesissimo appuntamento degli Australian Open. Per la Vinci, la campionessa giapponese avrebbe tutte le carte in regola per eccellere in questo match. Non solo perché è forte dal punto di vista tecnico, ma anche perché si è sempre dimostrata molto sicura di sé.

Nonché consapevole dei propri mezzi, ha sottolineato, ponendo l’accento sul fatto che, oltre ad essere un’atleta brillante, la Osaka sia anche un personaggio interessante. Fermo restando, in ogni caso, che per la Vinci nessuno sarà mai come Serena Williams. «Da lì a prendere il posto di Serena o vincere quanto lei – ha concluso l’ex tennista italiana – penso che ce ne voglia…».