Nba: statistiche, notizie e pronostici partite 23 gennaio

Nba
Joel Embiid (Getty Images)

Nba, nella notte tra il 22 e il 23 gennaio, dall’1:00 (ora italiana) si giocano undici partite: ultime notizie, statistiche e pronostici.

Seconda sfida in due giorni tra Philadelphia e Boston, le due squadre che al momento sono al vertice della Eastern Conference, essendo rispettivamente al primo e al secondo posto. Il primo round di regular season è andato ai Sixers, da quest’anno allenati da uno storico coach ex Celtics, Doc Rivers. Un match combattuto e deciso sul filo di lana quello giocato nella città dell’amore fraterno: Phila se l’è aggiudicato solo nell’ultimo quarto grazie ad un incontenibile Embiid, mettendo a nudo tutti i problemi di Boston sotto canestro in termini di centimetri. Ancora senza Tatum, i Celtics possono contare sul rientro di Kemba Walker, ancora una po’ arrugginito dopo il lungo infortunio. Ci sono buone possibilità che sia un’altra partita equilibrata quella di stanotte, con Boston che stavolta dovrebbe spuntarla.

Nba: i Nets ci riprovano a Cleveland

C’era grande attesa, due notti fa, per il debutto dei nuovi Big Three di Brooklyn: Durant, Harden e Irving tutti insieme sullo stesso parquet. Offensivamente sono stati devastanti, segnando 96 punti in tre. Ma nonostante un discreto apporto dal supporting cast – bene sia Green che Jordan nel resto del quintetto – è arrivata una sconfitta contro i Cavaliers, la prima dopo cinque vittorie di fila dei bianconeri. Anche Cleveland ha fatto una gara strepitosa, portando sette giocatori in doppia cifra, tra cui i due ex Nets, Allen e Prince, finiti in Ohio nella trade per Harden. Serata fenomenale per la giovane star dei Cavs, Sexton, autore di 42 punti e 5 assist. Il match è finito 147-135, dopo due palpitanti supplementari. La rivincita è dopo appena due giorni, ma la sensazione è che Brooklyn abbia preso le misure e possa ottenere il deciso successo stagionale.

Nba
Durant, Harden e Irving (Getty Images)

Nba, Miami cresce in difesa

Anche Toronto e Miami si incontrano a poche ore dalla sfida che ha visto trionfare gli Heat 111-102. Verosimilmente non ci saranno grosse modifiche nei quintetti, con i Raptors sicuri di poter contare su Siakam, protagonista di una rovinosa caduta che aveva fatto temere il peggio. Miami invece riavrà Herro, assente nel primo confronto tra le due squadre. Il giovane play è una preziosa alternativa per Spoelstra, la sua visione di gioco e l’abilità nel passaggio rende più imprevedibili gli Heat, ancora troppo incostanti se confrontati con quelli degli ultimi playoff. La chiave di lettura è sempre quella: la franchigia della Florida punterà sulla difesa a zona, tremendamente efficace per limitare il pericolo maggiore di Toronto, Kyle Lowry, fermo a otto punti nel primo match.

Nba
Tyler Herro (Getty Images)

Derby texano tra San Antonio e Dallas

C’è il derby texano tra San Antonio e Dallas, due squadre che ad un mese dall’inizio della stagione hanno un record molto simile. Gli Spurs possono contare su una vittoria in più e, nonostante non abbiano grandi obiettivi quest’anno, sono stabilmente in zona playoff, pur non avendo un ritmo costante. Dopo due successi di fila contro Rockets e Trail Blazers, sono stati battuti dai Warriors in maniera netta, 121-99. I Mavs hanno chiuso la serie negativa di tre sconfitte liquidando 124-112 una buona squadra come i Pacers, ma Doncic e Porzingis da soli non possono bastare per provare a salire quel fatidico gradino. E mentre Carlisle spera di poter contare al più presto sugli infortunati Richardson e Powell, Dallas si prepara a giocare un derby ostico, ma che grazie a Doncic e all’ottima difesa delle ultime gare può tranquillamente far suo.

Leggi anche: Cheltenham-Manchester City, Fa Cup: streaming, formazioni, pronostici

I Thunder affrontano in una sfida quasi proibitiva i Los Angeles Clippers, dopo aver perso tre delle ultime quattro partite. L’unica vittoria nell’ultimo periodo è arrivata contro i Chicago Bulls, di soli due punti dopo un supplementare. A livello offensivo soffrono l’assenza di uno sparring partner per Gilgeous-Alexander, in pratica l’unica fonte di punti al momento. Altisonanti gli ultimi successi dei Clippers, che hanno battuto di oltre venti punti i Pacers e due volte i Kings, anche per merito di una difesa da playoff. Con una Los Angeles così in forma, per Oklahoma City non dovrebbe esserci scampo.

Nba: le possibili vincenti

Detroit Pistons (Detroit Pistons-Houston Rockets, 23 gennaio ore 1:00)
Indiana Pacers (in Indiana Pacers-Orlando Magic, 23 gennaio, ore 1:00)
Brooklyn Nets (in Cleveland Cavaliers-Brooklyn Nets, 23 gennaio ore 1:30)
Boston Celtics (Philadelphia 76ers-Boston Celtics, 23 gennaio ore 1:30)
Atlanta Hawks (in Minnesota Timberwolves-Atlanta Hawks, 23 gennaio, ore 2:00)
Dallas Mavericks (in San Antonio Spurs-Dallas Mavericks, 23 gennaio ore 2:30)
New York Knicks (Sacramento Kings-New York Knicks, 23 gennaio ore 4:00)

Le partite da oltre 220 punti complessivi

Charlotte Hornets-Chicago Bulls, 23 gennaio 1:00
Cleveland Cavaliers-Brooklyn Nets, 23 gennaio ore 1:30
Toronto Raptors-Miami Heat, 23 gennaio 1:30
Los Angeles Clippers-Oklahoma City Thunder, 23 gennaio ore 4:00
Phoenix Suns-Denver Nuggets, 23 gennaio 4:00