Nba: statistiche, notizie e pronostici sulle partite del 30 dicembre

Nba
Andre Drummond (al centro) contro gli Hornets (Getty Images)

Nba, nella notte tra il 29 e il 30 dicembre, dall’1:00 (ora italiana) si giocano dieci partite: ultime notizie, statistiche e pronostici.

I Cleveland Cavaliers sono la sorpresa della prima settimana di regular season. Le tre vittorie di fila contro Hornets, Pistons e Sixers di Drummond e compagni hanno dimostrato che la franchigia dell’Ohio è una delle squadre più in forma della Eastern Conference, soprattutto dal punto di vista offensivo, con percentuali dal campo e da tre punti molto alte. Contro i New York Knicks, protagonista di un exploit contro i Bucks di Giannis, potrebbe arrivare il quarto successo, in una gara dove i canestri non mancheranno.

Dopo due sconfitte è arrivato il primo successo per i Golden State Warriors. Battuti i Chicago Bulls al termine di una gara equilibrata, con uno Steph Curry da 36 punti. La franchigia della California adesso cerca conferme contro i Detroit Pistons, ancora a secco di vittorie. La squadra di Griffin e Rose, tra l’altro, sarà pure in back-to-back, avendo giocato la scorsa notte contro Atlanta.

Non di certo un inizio brillante per i Toronto Raptors, che contro i Sixers faranno il loro esordio con una squadra dell’Est dopo le due sconfitte con Pelicans e Spurs. Il fatto di non poter giocare nella loro città – per problemi logistici legati al virus sono ospiti della città di Tampa, in Florida – probabilmente li sta penalizzando. Il momento di difficoltà potrebbe proseguire anche con Philadelphia, una delle migliori finora in Nba nonostante il recente ko con i Cavaliers.

Nba, le altre gare della notte

Ancora nessuna vittoria in Nba per la nuova versione dei Washington Wizards con Russell Westbrook, malgrado la già altissima media punti della guardia ex Houston. Anche i Chicago Bulls non hanno ancora vinto, ma, visto il lento processo di ricostruzione in atto, dalla franchigia dell’Illinois quest’anno non ci si aspettano grandi cose. Washington dovrebbe avere la meglio.

Nba
Westbrook e Avdija dei Washington Wizards (Getty Images)

Boston aveva cominciato con una vittoria all’ultimo secondo con i Bucks, ma nelle due partite successive si è fatta superare da Brooklyn e Indiana, mostrando un’inconsueta difficoltà a livello difensivo. Dopo appena due giorni i Celtics hanno la possibilità di vendicarsi sui Pacers, stavolta ad Indianapolis. Indiana resta comunque favorita, essendo ad uno stato di rodaggio più avanzato rispetto alla squadra di coach Stevens.

Il match più intrigante della notte è quello tra due pretendenti al trono dell’Est, Milwaukee contro Miami. I Bucks tenteranno di rifarsi subito dopo la figuraccia contro New York, che li ha stracciati 130-110. Gli Heat invece hanno cancellato la sconfitta iniziale con Orlando, battendo 111-98 i Pelicans. Difese comunque ancora molto larghe: difficilmente i punti complessivi saranno pochi.

A sorpresa, Orlando ha esordito con tre vittorie consecutive, l’ultima con una diretta concorrente come Washington, sconfitta 120-113. I giovani Oklahoma City Thunder hanno perso di un punto con gli Utah Jazz e, nonostante la spregiudicatezza messa in mostra in queste prime uscite, potrebbero pagare il fatto di giocare in back-to-back contro degli arrembanti Magic.

Leggi anche: Manchester United-Wolverhampton, Premier League: probabili formazioni e pronostici

Clippers-Wolves, voglia di riscatto

I Los Angeles Clippers avevano iniziato con due brillanti vittorie contro Lakers e Nuggets, ma nell’ultima partita si sono letteralmente fatto sopraffare dai Mavs di Luka Doncic, in quella che è stata la peggior sconfitta della loro storia, 124-73. Anche i Minnesota Timberwolves vorranno archiviare il brutto ko contro i Lakers: potrebbe uscirne fuori un confronto entusiasmante.

Nba
Brandon Ingram (Getty Images)

Con due partite vinte su tre, i New Orleans Pelicans cercano conferme contro i Phoenix Suns, che hanno fatto praticamente lo stesso percorso. Si tratta di due squadre molto giovani, che proveranno a tornare ai playoff dopo diverso tempo. Non è da escludere una gara punto a punto, in cui potrebbe fare la differenza un veterano come Chris Paul, arrivato ai Suns nell’ultima sessione di mercato.

Back-to-back per i Denver Nuggets, che contro i Rockets hanno ottenuto il loro primo successo stagionale dopo due sconfitte. Una vittoria che potrebbe aver sbloccato i vicecampioni dell’Ovest in carica. Nonostante debbano rigiocare dopo appena ventiquattr’ore, dovrebbero prendersi la rivincita sui Sacramento Kings, che li avevano battuti nella gara d’esordio 124-122.

Nba: le possibili vincenti

Cleveland Cavaliers (in Cleveland Cavaliers-New York Knicks, 30 dicembre ore 1:00)
Golden State Warriors (in Detroit Pistons-Golden State Warriors, 30 dicembre, ore 1:00)
Philadelphia 76ers (in Philadelphia 76ers-Toronto Raptors, 30 dicembre ore 1:00)
Washington Wizards (in Washington Wizards-Chicago Bulls, 30 dicembre ore 1:00)
Indiana Pacers (in Indiana Pacers-Boston Celtics, 30 dicembre ore 1:00)
Orlando Magic (in Oklahoma City Thunder-Orlando Magic, 30 dicembre ore 2:00)
Phoenix Suns (in Phoenix Suns-New Orleans Pelicans, 30 dicembre ore 4:00)
Denver Nuggets (in Sacramento Kings-Denver Nuggets, 30 dicembre ore 4:00)

Le partite da oltre 220 punti complessivi

Cleveland Cavaliers-New York Knicks, 30 dicembre 1:00
Miami Heat-Milwaukee Bucks, 30 dicembre ore 1:30
Oklahoma City Thunder-Orlando Magic, 30 dicembre ore 2:00
Los Angeles Clippers-Minnesota Timberwolves, 30 dicembre 4:00
Sacramento Kings-Denver Nuggets, 30 dicembre ore 4:00