Stop alla Ligue 1. Liga e Bundesliga provano a ripartire

Bundesliga
(bigstockphoto/Goran Jakus)

La Ligue 1 ha terminato ufficialmente la sua stagione in anticipo, mentre Liga e Bundesliga provano a ripartire. Per il campionato spagnolo i dubbi sono maggiori, mentre in Germania ci sono al momento tutti i presupposti anche se la parola finale spetterà alla cancelliera Angela Merkel.

La decisione annunciata ieri dal premier francese Edouard Philippe di vietare gli eventi sportivi fino ad agosto ha messo fine al campionato di Ligue 1. Era già accaduto con l’Eredivisie in Olanda, ma la Ligue 1 è il primo dei cinque principali campionati europei a chiudere i battenti.

Nelle pur vicine Spagna e Germania però si proverà ad andare avanti.

Leggi anche: Serie A, la Lega proporrà al Governo di riprendere il 9 giugno

Liga e Bundesliga, si prova a ripartire

Ieri in Spagna è arrivata la prima notizia positiva verso una ripartenza del calcio. Il premier spagnolo Pedro Sanchez ha autorizzato a partire dal 4 maggio il ritorno agli allenamenti individuali degli atleti professionisti come accaduto in Italia. Con la differenza sostanziale che saranno permessi anche per quelli degli sport di squadra. Inclusi, dunque, anche i calciatori. Saranno poi permesse anche le sedute di allenamento a piccoli gruppi a partire dall’11 maggio, nei centri sportivi, sempre garantendo standard massimi di sicurezza.

Un conto però è tornare ad allenarsi, un altro organizzare delle partite ufficiali con tutti gli spostamenti che ne comporta. Il ministro della Sanità Salvador Illa ha detto nei giorni scorsi: «Non posso dire adesso se il calcio professionistico potrà riprendere la sua attività prima dell’estate». I vertici del calcio spagnolo contano di fare ripartire la stagione di Liga tra il 4 e l’11 giugno, ma molto dipenderà dall’andamento della pandemia di coronavirus.

Bundesliga, domani il parere della Merkel

In Germania invece ieri c’è stato un altro passo in avanti verso la ripartenza della Bundesliga. I ministri dello Sport dei 16 Länder tedeschi hanno dato il via libera chiedendo però alla Bundesliga, come scrive la Gazzetta dello Sport, di «imporre e garantire le più strette condizioni igieniche e sanitarie, vigilando con misure appropriate». Domani ci sarà l’attesa riunione della cancelliera Angela Merkel con i governatori dei Länder per una decisione definitiva. C’è ottimismo per una ripartenza della Bundesliga a metà maggio o al più a fine maggio, anche se ieri la curva dei contagi è tornata a crescere.

Per rimanere sempre aggiornato sui contenuti di questo sito e di queste pagine iscriviti al canale Telegram.