Bundesliga, il piano per la ripresa del campionato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:29
Borussia Dortmund-Schalke 04
Witsel è in dubbio: potrebbe partire dalla panchina in questa partita contro lo Schalke 04 (bigstockphoto/sportsphotographer)

La Bundesliga dovrebbe ripartire il 9 maggio. Ancora manca l’ufficialità, attesa per il 30 aprile quando ci sarà la riunione del consiglio dei ministri per il via libera definitivo. Oggi intanto alle 11:00 è in programma una videoconferenza della DFL a cui parteciperanno tutte le 36 squadre di Bundesliga e Zweite Liga in cui verrà documentato il piano dettagliato per ridurre al minimo i rischi di contagio e potere comunque scendere in campo.

Mentre da ieri sono state rese obbligatorie le mascherine in tutte le Regioni, la DFL ha preparato un testo di 41 pagine con tutte le regole che club, calciatori e staff dovranno rigorosamente rispettare. La Bundesliga, se tutto andrà bene, potrebbe essere un modello di riferimento per tutti gli altri campionati europei che successivamente proveranno a riprendere a giocare.

Leggi anche: I migliori film gratis da vedere in streaming su Rai Play

Bundesliga, le misure per la ripartenza

Come scrive l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, nel corso delle singole partite sarà consentito l’accesso allo stadio a massimo 300 persone tra campo e tribune, ma divise in tre zone di 100 persone. Le società dovranno inoltre evitare assembramenti di tifosi al di fuori dello stadio. In panchina i posti saranno separati, le bottigliette d’acqua personali. Vietate le foto di squadra dopo l’ingresso in campo, e naturalmente niente bambini prima dell’inizio della partita, come accadeva normalmente. La temperatura oltre che prima delle partite verrà misurata anche prima di tutti gli allenamenti. Nei centri sportivi le scarpe e gli indumenti andranno lavati dagli stessi calciatori, o comunque messi in lavatrice senza l’intervento diretto dei magazzinieri.

All’interno del documento c’è anche un regolamento da osservare per la permanenza in hotel nelle trasferte. La squadra dovrà essere isolata, soltanto il personale del club potrà portare il cibo in tavola o avere accesso nelle camere. Sarà vietato recarsi in area wellness o fitness e i calciatori non dovranno toccare per nessun motivo con le mani i tasti degli ascensori, delle porte o i corrimano. In tutto questo calciatori e staff saranno sottoposti a tamponi ogni tre giorni in modo tale da isolare prontamente un nuovo eventuale caso positivo.

In caso di nuova positività, la persona in questione verrebbe immediatamente isolata e tutte quelle venute a contatto sarebbero subito sottoposte a test.

Per rimanere sempre aggiornato sui contenuti di questo sito e di queste pagine iscriviti al canale Telegram.