Liga: tre date per la ripartenza e sede unica per tutte le partite

siviglia ramon sanchez pizjuan
L'esterno dello stadio Ramón Sánchez-Pizjuán, a Siviglia (foto: Cabrera Martin Rafael, licenza CC 0)

La Liga concluderà regolarmente la stagione in corso. In ballo c’è un miliardo di euro, e cancellare il campionato comporterebbe dei danni economici insostenibili da parte di tutti i club. E infatti come ha ribadito il numero uno del calcio spagnolo Javier Tebas anche le squadre attualmente in lotta per non retrocedere vogliono assolutamente andare avanti.

Se c’è questo interesse comune, non mancano però delle contrapposizioni, che riguardano in particolare la Federcalcio spagnola, il sindacato dei calciatori e la Lega. Sarà necessario trovare un punto di incontro, anche sulla modalità dei recuperi. Spalmare tutte le giornate a livello di orari come avveniva normalmente, senza alcuna sovrapposizione di partite, sarà praticamente impossibile.

Leggi anche: I migliori film gratis da vedere in streaming su Rai Play

Liga tra ripartenza e sede unica

Le date indicative di ripartenza sono il 28 maggio, il 6 giugno e il 28 giugno. Per portare a termine la stagione molto probabilmente sarà necessario giocare tutte le partite in una sede unica, dove dovranno restare per due mesi tutti i club di Liga.

La città ideale per motivi logistici sarebbe Madrid, che però è la più colpita dall’emergenza coronavirus ed è da escludere a priori così come Barcellona. L’Andalusia è stata per lo più risparmiata e così la candidatura più forte è quella di Siviglia dove oltre agli stadi dei due principali club della città c’è anche lo stadio Olimpico della Cartuja, che è stato già designato per ospitare le prossimi finali di Coppa del Re.

Se quella di Siviglia è la candidatura più forte, quella più suggestiva riguarda le Isole Canarie. Anche qui la diffusione del coronavirus è stato limitato, e a livello geografico permetterebbe ai club di essere più isolati dal resto della Spagna. Inoltre, in quanto alle strutture, essendo nota meta turistica in questo periodo di crisi del settore le numerose strutture alberghiere presenti sarebbero ben felici di ospitare tutti i club.

Per rimanere sempre aggiornato sui contenuti di questo sito e di queste pagine iscriviti al canale Telegram.