Formula 1: Silverstone potrebbe ospitare più di un GP

silverstone
Il circuito di Silverstone (foto: Wikimedia Commons, ritagliata, licenza CC BY-SA 2.0)

Il circuito di Silverstone, in Gran Bretagna, potrebbe essere sede di più di un Gran Premio nel campionato di Formula 1 2020. A rendere nota questa disponibilità è stato lo stesso amministratore delegato del circuito, Stuart Pringle, in un’intervista a Sky Sport. Il campionato di Formula 1 è attualmente sospeso a causa dell’emergenza epidemiologica mondiale dovuta alla diffusione del coronavirus.

Oltre al Gran Premio inaugurale, in Australia, nelle settimane scorse gli organizzatori hanno già rinviato altre sei gare. Un’altra corsa, il prestigioso Gran Premio di Monaco, in programma nella terza settimana di maggio, è stato annullato del tutto. Gli organizzatori del Gran Premio di Gran Bretagna, in programma a Silverstone, non hanno ancora preso una decisione in merito alla possibilità di disputare la corsa come da programma, il prossimo 19 luglio. Se ne saprà di più entro la fine di aprile, hanno fatto sapere.

A prescindere dall’eventuale riprogrammazione del Gran Premio di Gran Bretagna il circuito di Silverstone potrebbe comunque ospitare altre corse. L’obiettivo dichiarato è quello di offrire alla Formula 1 l’eventuale possibilità di recuperare il tempo perso, cercando di contenere i costi e ridurre i rischi. “La maggior parte dei team è a un tiro di schioppo dal circuito, quindi dal punto di vista logistico sarebbe abbastanza semplice”, ha detto Pringle. Pur ritenendola un’eventualità abbastanza improbabile, per via dell’assenza di licenze, Pringle non ha escluso la possibilità di percorrere la pista in senso inverso in caso di un’eventuale seconda corsa a Silverstone.

Tra le ipotesi attualmente prese in considerazione dalla FIA e dalle squadre di Formula 1 c’è anche quella di prolungare la stagione fino a gennaio 2021. Non è ancora chiaro quando il campionato avrà inizio. Al momento il primo Gran Premio non ancora rinviato è quello in programma a Montréal, in Canada, il 14 giugno.