Super Lig Turchia: sarà l’ultimo campionato ad arrendersi?

(bigstockphoto)

L’emergenza legata alla diffusione del coronavirus ha fermato tantissime attività, compreso il calcio. I principali campionati europei – Serie A, Premier League, Bundesliga, Liga, Ligue 1 ed Eredivisie – sono sospesi. Anche la UEFA è stata costretta ad arrendersi e a interrompere lo svolgimento delle proprie competizioni.

All’interno di un sistema sostanzialmente bloccato, un’eccezione è – forse ancora per poco – rappresentata dalla Super Lig turca. Al momento è confermata la disputa degli incontri validi per il ventisettesimo turno, seppure a porte chiuse. I calciofili più accaniti – alla disperata ricerca di partite – potrebbero verosimilmente iniziare a seguire con attenzione questo campionato, la cui popolarità potrebbe crescere in modo improvviso anche se forse solo momentaneo.

Super Lig Turchia, a che punto è il campionato

La corsa verso la conquista del titolo si sta rivelando appassionante. Il Trabzonspor e il Basaksehir sono attualmente appaiati al comando e hanno pareggiato per 1-1 lo scontro diretto di domenica scorsa. Il Galatasaray, che ha vinto le ultime due edizioni, si trova al terzo posto e deve recuperare tre punti rispetto alle capolista. Il Sivasspor, invece, è in quarta posizione e si trova a quattro lunghezze dalla vetta.

La lotta per la salvezza coinvolge almeno sette squadre: Kayserispor, Ankaragucu, Rizespor, Yeni Malatyaspor, Konyaspor, Kasimpasa e Genclerbirligi. Anche l’Antalyaspor, il Denizlispor e il Gaziantep, pur vantando un discreto margine sulla zona retrocessione, non possono essere tranquilissimi.

Molti calciatori esperti, alcuni dei quali hanno un passato in Italia, trovano spazio nella Super Lig: il lunghissimo elenco comprende, tra gli altri, Robinho, Kevin-Prince Boateng, Radamel Falcao, Mauricio Isla, Luiz Gustavo, José Sosa, Demba Ba, Martin Skrtel, Gael Clichy, Papiss Cissé, Burak Yilmaz, Lukas Podolski, Emre Belozoglu e Gokhan Inler.

In testa alla classifica dei marcatori, però, c’è un attaccante ancora relativamente giovane e forse poco conosciuto. Si tratta di Alexander Sorloth: il ventiquattrenne norvegese – arrivato in prestito dal Crystal Palace – si sta scatenando con la maglia del Trabzonspor, club che si è recentemente separato da John Obi Mikel. Il nigeriano, in disaccordo con la decisione di proseguire il campionato, si è rifiutato di giocare e ha salutato la compagnia.

Super Lig Turchia, in giornata la sospensione?

Tutta l’Europa guarda con interesse alla Turchia, per capire cosa accadrà. Andare avanti sarebbe un rischio vista l’emergenza coronavirus e la decisione di tutte le altre federazioni. Sky Sport cita numerose fonti locali secondo cui la decisione di fermare ufficialmente il campionato verrà formalizzata in giornata dal ministro dello Sport Muharrem Kasapoglu.

Con buona pace del presidente del Trabzospor Ahmet Agolu che aveva spiegato così la decisione di andare ancora avanti: “Se fermiamo il campionato, avremo una marea di divorzi”.