Zenit-Ural e altre partite del sabato, Russian Premier League

(bigstockphoto/fifg)

Zenit-Ural, Orenburg-Spartak Mosca e Arsenal Tula-Rubin Kazan sono tre partite di Russian Premier League e si giocano sabato: pronostici.

ORENBURG – SPARTAK MOSCA | sabato ore 12:00

Dallo scorso mese di ottobre, lo Spartak è allenato dal giovanissimo Domenico Tedesco, nato in provincia di Cosenza e trasferitosi in Germania con la propria famiglia all’età di due anni. L’ex tecnico dello Schalke sta puntando spesso su un solido 3-5-2: non a caso, sei delle ultime sette partite disputate in campionato dalla squadra moscovita sono state caratterizzate da meno di tre gol.

Nella ventiduesima giornata di Premier League, l’Orenburg dovrebbe scendere in campo con un sistema di gioco speculare rispetto a quello dei propri avversari: potrebbe gestire senza troppi problemi la fase di non possesso palla, ma faticherà verosimilmente a rendersi pericoloso con continuità.

Prudenza e attenzione tattica, dunque, domineranno quasi certamente la scena. Le due formazioni, divise in classifica soltanto da un paio di punti, sono pronte a dar vita a un confronto combattuto ed equilibrato.

Il pronostico

È probabile che le reti totali siano non più di due. Un pareggio non è da escludere.

Le probabili formazioni di Orenburg-Spartak Mosca

ORENBURG (3-5-2): Klimovich; Radakovic, Sivakov, Ayupov; Malykh, Kuat, Alves, Miskic, Terekhov; Despotovic, Fameyeh.
SPARTAK MOSCA (3-5-2): Maksimenko; Kutepov, Dzhikiya, Gigot; Rasskazov, Til, Kral, Bakaev, Lucas; Ponce, Sobolev.

POSSIBILE RISULTATO: 1-1

ZENIT SAN PIETROBURGO – URAL EKATERINBURG | sabato ore 14:30

Lo Zenit è al comando della classifica della Russian Premier League, può vantare sei punti di margine nei confronti del Krasnodar e ha buone possibilità di riuscire a difendere il titolo nazionale conquistato durante la passata stagione. Il club di San Pietroburgo ha recentemente mostrato una strepitosa compattezza difensiva: ha mantenuto inviolata la propria porta nelle ultime quattro partite giocate in campionato.

In difesa e a centrocampo, Sergey Semak schiera frequentemente due linee composte da quattro calciatori, che rimangono sempre molto vicine tra loro. In attacco, poi, Sardar Azmoun e Artem Dzyuba sono pronti a sfruttare le occasioni di cui dispongono.

L’Ural Ekaterinburg non sembra poter rappresentare un ostacolo insuperabile: essendo scarsamente dotato sotto il profilo tecnico, dovrebbe creare pochi pericoli all’organizzatissimo Zenit.

Zenit-Ural: il pronostico

Lo Zenit San Pietroburgo dovrebbe vincere e non subire gol.

Le probabili formazioni di Zenit-Ural

ZENIT SAN PIETROBURGO (4-4-2): Lunev; Karavaev, Ivanovic, Rakitskiy, Santos; Malcom, Ozdoev, Kuzyaev, Zhirkov; Azmoun, Dzyuba.
URAL EKATERINBURG (4-4-1-1): Godzyur; Kulakov, Wilusz, Polyakov, Zolotov; Dimitrov, Egorychev, Fiedler, El Kabir; Bicfalvi; Panyukov.

POSSIBILE RISULTATO: 2-0

ARSENAL TULA – RUBIN KAZAN | sabato ore 17:00

L’Arsenal Tula ambisce in modo legittimo a qualificarsi nuovamente per i preliminari di Europa League, dopo aver già festeggiato questo traguardo al termine della passata stagione.

Il Rubin, invece, è in grande difficoltà: situato nelle zone basse della classifica della Russian Premier League, sta seriamente rischiando di retrocedere in seconda serie ed è senza vittorie da ben nove partite. Nemmeno l’arrivo di Leonid Slutski in panchina ha finora risollevato le sorti del club di Kazan, il cui ultimo successo risale allo scorso 5 ottobre: 2-1 contro il Tambov, in occasione di un match valido per la dodicesima giornata di campionato.

Essendo attesi da un impegno non privo di insidie, gli ospiti dovranno presumibilmente rinviare ancora una volta l’appuntamento con il ritorno al successo.

Il pronostico

L’Arsenal Tula potrebbe conquistare almeno un punto.

Le probabili formazioni di Arsenal Tula-Rubin Kazan

ARSENAL TULA (4-2-3-1): Levashov; Kombarov, Belyaev, Grigalava, Alvarez; Kostadinov, Causic; Kangwa, Gromyko, Lesovoy; Lutsenko.
RUBIN KAZAN (4-2-3-1): Dyupin; Danchenko, Santos, Starfelt, Zuev; Konovalov, Abildgaard; Jevtic, Podberezkin, Davitashvili; Ignatjev.

POSSIBILE RISULTATO: 1-0