Napoli-Barcellona, Champions League: pronostici

Barcellona-Napoli
(bigstockphoto)

Napoli-Barcellona è la seconda partita di andata degli ottavi di finale di Champions League con in campo una squadra italiana, si gioca allo stadio “San Paolo” di Napoli alle 21.00: ultime notizie, statistiche, probabili formazioni e pronostici.

NAPOLI – BARCELLONA | martedì ore 21:00

La stagione del Napoli finora è stata nel suo complesso deludente, ma la squadra allenata da Gennaro Gattuso – subentrato a Carlo Ancelotti – arriva a giocare questa importante partita di andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Barcellona nel suo momento migliore. Ha vinto sei delle ultime sette partite e ha la consapevolezza di essere in grado di battere qualsiasi squadra in una partita secca. Con il vantaggio a livello mentale di partire senza i favori dei pronostici. Se c’è una squadra che ha tutto da perdere, quella è il Barcellona, condannata per blasone a vincere tutto e con la paura di fare l’ennesima figuraccia in trasferta in campo europeo.

Nel corso di questa stagione il Napoli anche quando in panchina c’era ancora Ancelotti ha ottenuto ottimi risultati contro i top club, deludendo per lo più in partite sulla carta abbordabili. Contro i campioni in carica del Liverpool ha vinto in casa e pareggiato ad Anfield Road, unica squadra finora in grado di non perdere in questa stagione a Liverpool. Ha battuto tra Coppa Italia e Serie A anche Juventus, Lazio e Inter ovvero le prime tre in classifica.

Il Barcellona ha vinto l’ultima partita giocata in trasferta in Italia in Champions League contro l’Inter, ma il contesto era completamente differente. Pur giocando con parecchie seconde linee e senza Messi, il Barcellona era già qualificato agli ottavi di finale e ha giocato libero da brutti pensieri. Contando le sole partite a eliminazione diretta di Champions League, il Barcellona nelle ultime sette partite ha vinto solo una volta – sul campo del Manchester United – segnando appena due gol. E facendo delle figuracce: 4-0 contro il Psg, 3-0 contro la Juventus, 3-0 contro la Roma e 4-0 contro il Psg.

Brutte figure che in questa stagione non certo brillante il Barcellona ha fatto anche in campo nazionale. Recentemente è stato eliminato dalla Coppa del Re perdendo in casa dell’Athletic Bilbao 1-0, nella Liga ha vinto solo una delle ultime quattro trasferte subendo otto gol nel parziale. Ha perso quattro partite in trasferta nella Liga, contro Athletic Bilbao, Granada, Levante e Valencia. E ancora deve affrontare le trasferte contro Real Madrid, Siviglia e Villarreal.

LEGGI ANCHE —> Champions League: il Napoli può battere questo Barcellona?

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Napoli Gennaro Gattuso dovrà fare a meno per infortunio del difensore titolare Koulibaly. Al suo posto ci sarà come accaduto nelle recenti partite Maksimović al fianco di Manolas, che ai tempi della Roma ha segnato il decisivo gol del 3-0 nella partita di ritorno dei quarti di finale di due stagioni fa. I terzini saranno Di Lorenzo e Mario Rui, mentre a centrocampo Gattuso si affiderà alla grinta di Demme e alle geometrie di Zieliński e Fabián Ruiz. Quest’ultimo, a tratti molto deludente in stagione, è apparso in grande ripresa e da spagnolo avrà motivazioni speciali contro il Barcellona. Lo stesso discorso può valere per l’ex Real Madrid Callejon che sarà molto probabilmente titolare in attacco con Insigne e Mertens. Partirà dalla panchina Milik.

Le scelte obbligate di Setien

Dall’altra parte il Barcellona ha gli uomini contati. Suarez e Dembélé sono infortunati da tempo e il nuovo acquisto Braithwaite non è in lista Champions. In Europa restano 16 pedine, che per la trasferta a Napoli si riducono a 14 per via dei problemi fisici di Jordi Alba (3 settimane di stop) e di Sergi Roberto (3-4 settimane). L’allenatore Quique Setien, subentrato a Ernesto Valverde, non ha ampi margini di scelta nella formazione che affronterà il Napoli e ha dovuto convocare anche cinque giovani della “Cantera”: il portiere Iñaki Peña, Riqui Puig, Collado, Akieme e Araujo.

La difesa centralmente con Piqué e Lenglet protetti da Busquets è abbastanza solida, lo è meno sulle fasce dove ci saranno Semedo e Junior Firpo. Gli interni di centrocampo saranno Arthur e De Jong, in attacco giocheerà il giovane Ansu Fati con Griezmann e Messi, autore di quattro gol nell’ultima partita di Liga contro l’Eibar. Messi giocherà per la prima volta nello stadio che fu di Maradona, ma in Italia contro squadre di Serie A non ha finora mai segnato in Champions League.

Napoli-Barcellona: il pronostico

Il Napoli sembra in grado di evitare la sconfitta in questa partita di andata in cui tutte e due le squadre dovrebbero fare almeno un gol.

Le probabili formazioni di Napoli-Barcellona

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimović, Mário Rui; Fabián Ruiz, Demme, Zieliński; Callejón, Mertens, Insigne.
BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Semedo, Piqué, Lenglet, Junior; Arthur, Busquets, De Jong: Messi, Griezmann, Ansu Fati.

POSSIBILE RISULTATO: 1-1