Arsenal-Valencia, Europa League: analisi e pronostici

All’Emirates Stadium, stasera alle 21, si gioca Arsenal-Valencia, equilibrata partita di andata delle semifinali di Europa League.

ARSENAL – VALENCIA | giovedì ore 21:00

L’Arsenal si è qualificato per la seconda stagione consecutiva alle semifinale di Europa League, ma rispetto all’anno scorso spera in un risultato diverso. Eliminato dall’Atletico Madrid poi campione, l’Arsenal spera stavolta di battere un’altra avversaria spagnola, il Valencia.

L’Arsenal sta rischiando di rovinare tutto

Fino a due settimane fa la prima stagione con Unai Emery allenatore dopo l’era Wenger stava andando abbastanza bene, in linea con gli obiettivi di inizio stagione. L’Arsenal non poteva certo pensare di competere per la vittoria della Premier League, ma sembrava in grado di qualificarsi per la prossima Champions League arrivando tra le prime quattro. Inoltre con uno specialista come Emery che questa competizione l’ha vinta già tre volte col Siviglia, c’è la speranza di tornare a vincere un trofeo, l’Europa League.

L’Arsenal ha infatti perso in modo abbastanza clamoroso le ultime tre partite di Premier League contro Crystal Palace, Wolverhampton e Leicester subendo tre gol a partita. Un crollo inaspettato dopo che la squadra allenata da Emery aveva dato una grande dimostrazione vincendo sia all’andata che al ritorno nei quarti di finale contro il Napoli. Rimontare gli attuali due punti di distacco dal quarto posto occupato dal Chelsea a due giornate dalla fine sarà molto difficile motivo per cui a maggior ragione l’Arsenal dovrà dare il massimo in Europa League: vincendola riuscirebbe a qualificarsi ugualmente in Champions League, pur arrivando quinta in campionato.

La stagione del Valencia finora

Dopo un complicato inizio di stagione, segnato dall’eliminazione dalla Champions League e da un progressivo allontanamento dalle prime posizioni in classifica nel campionato spagnolo, il Valencia è tornato a essere una squadra pericolosa, ben strutturata e in buona forma. A differenza di molte altre squadre d’Europa, anche più illustri, è arrivato a questo punto della stagione con ancora validi obiettivi da raggiungere in tutte le competizioni a cui partecipa. Nella Liga si sta giocando il quarto posto con il Getafe e il Siviglia, a tre partite dalla conclusione del campionato. In Coppa del Re giocherà la finale contro il Barcellona, il prossimo 25 maggio. E in Europa League, dopo aver vinto il derby europeo contro il Villarreal, giocherà in semifinale contro l’Arsenal.

Questa buona tendenza recente ha da poco subìto una lieve flessione determinata da una sconfitta per 3-2 in trasferta contro l’Atletico Madrid e da un’altra, molto più imprevista, al Mestalla contro l’Eibar, per 1-0 domenica scorsa. È stata una partita giocata bene dal Valencia soltanto per brevi tratti, benché fossero presenti quasi tutti i titolari. L’Eibar è riuscito a vincere segnando negli ultimi secondi del terzo e ultimo minuto di recupero. In precedenza il Valencia aveva portato diversi attacchi ma tutti neutralizzati dal portiere avversario, Marko Dmitrovic, o malamente sprecati da Kevin Gameiro, forse il peggiore in campo.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore dell’Arsenal Emery deve fare a meno ormai da tempo di Bellerin, ed è il motivo per cui è passato a giocare spesso con la linea di difesa a tre, in modo tale da permettere a Maitland-Niles di giocare a tutta fascia e da terzino dove ha maggiori difficoltà in fase difensiva. I tre centrali saranno Papastathopoulos, Koscielny e Monreal, sulla trequarti mancherà sempre per infortunio Ramsey motivo per cui al suo posto potrebbe esserci Ozil, calciatore che se in giornata può risultare determinante. In mezzo al campo probabile l’impiego di Xhaka e Torreira con Kolasinač a sinistra. In attacco sicuro del posto Lacazette mentre Aubameyang non è al meglio ed è in ballottaggio con Iwobi.

Contro l’Arsenal mancheranno soltanto due giocatori, infortunati e assenti già da qualche settimana. Uno è Denis Cheryshev, calciatore la cui duttilità tattica è spesso tornata utile a Marcelino nei momenti più complicati di questa stagione. L’altro, generalmente più influente, è Geoffrey Kondogbia, che insieme a Dani Parejo forma già dalla passata stagione la coppia di mediani titolari nel 4-4-2 di Marcelino. In attacco insieme a Rodrigo Moreno dovrebbe giocare Santi Mina, considerata anche la forma non eccezionale di Gameiro.

Il pronosticio

L’Arsenal ha perso le ultime tre partite, ma due sconfitte sono arrivate in trasferta dove il rendimento ha lasciato a desiderare soprattutto negli ultimi mesi. In casa invece l’Arsenal fallisce raramente: lo ha fatto con il Crystal Palace – squadra tra l’altro specializzata nelle vittorie in trasferta – ma in precedenza aveva otto partite consecutive segnando almeno due gol. L’Arsenal sembra superiore al Valencia e dovrebbe riuscire a vincere questa partita di andata, anche se il Valencia in contropiede potrebbe approfittare del periodo nero della difesa avversaria per segnare almeno un gol.

Le probabili formazioni

ARSENAL (3-4-1-2): Leno; Papastathopoulos, Koscielny, Monreal; Maitland-Niles, Xhaka, Torreira, Kolasinač; Ozil; Aubameyang, Lacazette.
VALENCIA (4-4-2): Neto; Piccini, Garay, Gabriel Paulista, Gayà; Daniel Wass, Parejo, Carlos Soler, Gonçalo Guedes; Rodrigo Moreno, Santi Mina (o Gameiro).

PROBABILE RISULTATO: 2-1